Pasqua

17 dic 2011

I biscottini di Natale


A volte basta poco per creare  un'atmosfera natalizia, come in questo caso, qualche stella cometa, due pini e un po' di neve et voilà...

Ingredienti
225 g di farina 00
25 g di fecola di patate
75 g di zucchero semolato
125 g di burro freddo
1 uovo
1 pizzico di sale
1/2 bustina di lievito
marmellata di arance rosse bio
zucchero al velo ed in granelli
Procedimento

Ridurre a pomata il burro appena tolto dal frigo, aggiungere lo zucchero amalgamando bene.
Unire l'uovo continuando a lavorare la crema.Poco per volta unire le farine setacciate con il sale e il lievito.
Formare una palla e lasciar riposare in frigorifero per un'ora.
Stendere una sfoglia di 3 mm di spessore e con le formine ritagliare i biscotti.
Foderare una teglia con carta forno e cuocere a 175/180° per una decina di minuti.Non devono scurire troppo.
Sfornare, passare un velo di marmellata e cospargere con zucchero a velo ed in granelli.
Semplici, ma fanno proprio Natale

PS:
Da oggi ho iniziato una nuova collaborazione con un'interessante guida on-line sulla ristorazione italiana, dove si può trovare velocemente un ristorante Roma.
Per saperne di più cliccate qui.


13 dic 2011

Rigatoni , polpettine e foglie di grana



E dopo gli gnocchi con questa seconda ricetta  partecipo alla nuova sfida di Sonia.

Per le polpettine

Mettete circa 300 g di fette di pane raffermo a bagno nel latte tiepido finché saranno bene imbevute. Strizzate il pane e passatelo al tritatutto. Aggiungete 150 g di grana padano grattugiato, un uovo e un abbondante battuto di erbe aromatiche: prezzemolo, basilico, timo, maggiorana, rosmarino, un pizzico di origano, qualche seme di finocchio, sale, pepe.Amalgamate il tutto molto bene e formate delle palline.Mettetele  in un contenitore che possa andare nel microonde.

Intanto preparate il sugo di pomodoro
350 g di pelati
2 cucchiai di olio evo
origano
sale-pepe
1 cucchiaino di zucchero
basilico

Unite in una ciotola  tutti gli ingredienti, mescolate bene, e con questo sugo coprite  le polpette.
Cuocetele coperte nel microonde per 10' a 600 WATT.
Portate a bollore una pentola con acqua salata ,e buttate i rigatoni. Trascorso il tempo di cottura  fate saltare la pasta nel sugo con le polpettine.
Cospargete con scaglie di Grana Padano e servite.

08 dic 2011

Torta di mele n.2




Per un caso fortuito, aprendo il cassetto di un comodino che giace in cantina da chissà quanto tempo,ho trovato un foglietto, di quelli volanti, scritto a mano da chissà chi,  con la ricetta di questa torta di mele. Fin qui nulla di strano, dal momento che di ricette con le mele ce ne sono a bizzeffe, ma quello che mi ha molto colpito però, é che  in calce a questo foglietto sta scritto:

"Confortatemi con le mele, perché io sono malata d'amore" frase tratta dal  Cantico dei Cantici.
 Dire che sono rimasta stupita é dir poco...

Ingredienti
250 g farina 00  Antigrumi Molino Chiavazza
50 g di fecola di patate Chiavazza
160 g di zucchero
100 g di burro Soresina
300 g di mele renette
un limone non trattato
4 uova
una bustina di lievito per dolci
un bicchierino di brandy (facoltativo)
un dl di latte
sale
un pizzico di cannella in polvere
zucchero di canna q.b.

Sbucciate e tagliate le mele  a fette sottili e uniformi; quindi  bagnatele con il succo del limone per evitare di farle annerire.In una ciotola battete con una frusta elettrica le uova, lo zucchero ed un pizzico di sale.  fino a ottenere una crema omogenea e spumosa.  Unite la farina e il lievito,  setacciati  e cominciate a lavorare gli ingredienti con una spatola. Versate il latte e il burro fuso, poco alla volta, e continuate a lavorare l'impasto, finché sarà diventato liscio e cremoso; se lo usate, incorporate anche il bicchierino di brandy. Aggiungete la scorza grattugiata del limone, e la cannella  Unite le mele all'impasto preparato e mescolate con  delicatezza per incorporarle bene; se il composto dovesse risultare troppo compatto, versate ancora un po' di latte.  
Foderate con la carta da forno bagnata e ben strizzata una teglia di 26 cm a bordi alti,  versate l’impasto e cospargere con zucchero di canna.Infornare a 180° per 30 minuti.

01 dic 2011

Peperoni ripieni di riso, finocchi....



Una verdura ripiena golosa che può benissimo sostituire il secondo.Almeno a casa mia . Inoltre l'abbinamento peperone-finocchio-salsiccia   é da provare.

Ingredienti
2 peperoni
1 finocchio
100 g di salsiccia
2 pugnetti di riso
80 g di provolone dolce Soresina
1 cipolla piccola
Pangrattato misto a grana padano, aglio, prezzemolo tritati.
½ bicchiere di vino bianco secco
4 cucchiai di passata di pomodoro
Olio evo

Preparazione
Lessare il riso in acqua bollente salata. Scottare due minuti in acqua bollente i peperoni.
In un tegame antiaderente far rosolare la salsiccia spellata e sbriciolata, aggiungere la cipolla e il finocchio tritati, sfumare con il vino bianco secco, sale, pepe e cuocere una decina di minuti.
In una ciotola condire il riso con la passata di pomodoro ed unire la salsiccia. Con il composto riempire i peperoni che nel frattempo avrete tagliato a metà e svuotati dai semi e dai filamenti.
Copritecon un velo di passata di pomodoro il fondo di una teglia da forno, adagiate i peperoni spolverateli con il pangrattato aromatizzato, conditeli con un filo d’olio ed infornate a 180° per una mezz'ora.

27 nov 2011

Il gioco dei 7 link

Ho risposto al gioco di  Rebecca,che consiste "ritiro fuori vecchi post" . Una bella opportunità per condividere ancora con voi le mie ricette "del cuore"

Le foto lasciano a desiderare, del resto sono un'autodidatta, però quel che conta é la sostanza.
Visto che tra non molto sarà Natale, inizio con le prime  due, tipiche della mia zona:

 I Marubini
Il Bussolano


Il  piatto dei poveri di una volta, ma ora richiesto  dai più 

I frutti della terra
Qualche semplice suggerimento per conservarli


Confettura di susine al marsala



Un semplice ma un buon formaggio fatto in casa

E per finire poteva mancare una ricetta con il torrone per una di Cremona?
Questa

Grazie Reby dell'invito che giro a tutti quelli che passeranno di qui perché sono sicura che parteciperanno in tanti.

25 nov 2011

I saltimbocca


Avevo in casa quattro fettine di manzo per tagliata ed ho pensato di fare questi saltimbocca con:

4 fettine per tagliata di manzo
4 fette di scamorza
4 fette sottili di pancetta
4 foglie di salvia
sale-pepe
olio evo
un pezzetto  di burro Soresina
1/2 bicchiere di vino bianco secco.

Preparazione.
Ho battuto leggermente tra due fogli di pellicola le fettine di  carne,  le ho salate, pepate e  nell'ordine ho messo:
scamorza
salvia
pancetta.
e alla fine infilzate con uno stecchino.

In un tegame ho scaldato una noce di  burro con l'olio e fatto rosolare da entrambi i lati i saltimbocca.
Una volta cotti  li ho tolti dal tegame, tirato via lo stecchino e tenuti da parte.
Intanto ho messo nel sughetto del tegame  un altro pezzetto di burro e  sfumato  con un po' di vino bianco, aggiunto i saltimbocca, una giratina per insaporirli  ed eccoli pronti da impiattare.
Gustosissimi e veloci.

21 nov 2011

Gnocchi di patate e lievito



Non credevo che mettendo il Lievito Pizzaiolo della Paneangeli, l'impasto degli gnocchi diventasse soffice e delicato. E' un bel accorgimento che vale la pena di provare.
Ecco la ricetta di questi semplicissimi gnocchi di patate con la quale partecipo alla nuova sfida di  Sonia.
Però mi  trovate anche qui, su questa  interessante Rivista "Ristorazione Italiana Magazine"con la quale ho il piacere di collaborare.

Ingredienti  per gli gnocchi
1 K di patate 
350 g di farina
1 uovo
2 cucchiaini di sale
una manciata di Gran Soresina
una spolverata di noce moscata
1 bustina di lievito Pizzaiolo

Per il sugo
1 scatola di pelati
1 cipolla 
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaino di zucchero
qualche foglia di basilico
4 cucchiai di olio evo
sale

Lessare le patate, passarle nello schiacciapatate (senza pelarle, eviterete di scottarvi le dita).Unite poi la farina setacciata, l'uovo, il sale, il formaggio, la noce moscata e per ultimo il lievito.
Impastare rapidamente fino ad ottenere un impasto liscio.
Dividere poi l'impasto in tanti cilindretti, di un paio di cm di diametro,  taglierli in tanti pezzetti, che passerete poi sul retro di una forchetta per dare la classica scanalatura, affinché il sugo non scivoli via.

In una casseruola preparate il sugo , facendo il soffritto con olio cipolla tagliata a quarti e l'aglio schiacciato, unire la scatola di pelati, lo zucchero, e il sale. Dopo circa una mezz'ora, unite le foglie di basilico.Togliete l'aglio e la cipolla.

Cuocere gli gnocchi in abbondante acqua bollente salata e man mano vengono a galla, metterli in una bella zuppiera conditeli con il sugo ed il Gran Soresina  grattugiato
Semplicissimi, e a noi piacciono così.


20 nov 2011

Canestrelli




Questi sono i biscotti  per i bambini di Rocchetta Vara.Una bellissima iniziativa di Patrizia  alla quale bisogna partecipare numerosi, perché con il nostro contributo possiamo ridare la loro scuola andata distrutta durante l'ultima terribile alluvione.

 Ingredienti
125 g di farina 00
125 g di fecola di patate Molino Chiavazza
50 g di zucchero al velo
150 g di burroSoresina
2 tuorli d'uovo sodi 
un pizzico di sale
1/2 bustina di lievito Pane degli Angeli

albume d'uovo per spennellare
Preparazione
In una ciotola grande setacciare la farina insieme alla fecola, mettere al centro lo zucchero al velo, il burro,i tuorli passati al setaccio, il pizzico di sale e per ultimo il lievito.
Impastare rapidamente, formare un panetto e mettere in frigo una mezz'ora.
Riprendere l'impasto e stenderlo con il mattarello su un piano infarinato in una sfoglia alta 1 cm.
Con uno stampino ritagliare i biscotti.Spennellarli con l'albume ed cuocere 15-16 minuti nella parte media del forno preriscaldato a 175°.

Anche un'offerta in danaro potrà ridar loro un sorriso.



14 nov 2011

Pizza salsiccia , patate ma senza mirto




Il mirto, come dice Bonci quando spiega la sua ricetta, perché é da lì che l'ho presa, da a questa pizza un sapore strepitoso, unico . Mi dispiace non averlo trovato, però vi assicuro che é buonissima lo stesso.
Ho accorciato i tempi di lievitazione perché la volevo fare per la sera stessa, quindi anziché lasciare l'impasto 24 ore nel frigorifero, l'ho lasciato al calduccio due ore e così ho preparato la pizza in giornata.
Queste sono le mie dosi ed i miei tempi.

Ingredienti per la base
500 g di semola rimacinata di grano duro 
400 g circa di acqua
1 bustina di lievito liofilizzato
1/2 cucchiaio di sale
1 cucchiaio d'olio evo

Per la copertura
250 g di mozzarella
2 patate lesse, quelle a pasta gialla,  asciutte per gli gnocchi
poco sale fino
olio evo

Procedimento
In una ciotola impastare farina e acqua, aggiungere il lievito, l'olio e per ultimo il sale.
L'impasto deve risultare molto morbido, fare le pieghe come per la sfoglia, sul piano infarinato e vedrete che  lavorandolo, l'impasto man mano  prende consistenza,  non é più appiccicaticcio e quindi non c'é bisogno di aggiungere altra farina.
L'ho lasciato riposare coperto in una ciotola, nel forno spento un paio d'ore (fino al raddoppio).
Nel frattempo ho lessato le patate.
Trascorse le due ore, ho ripreso  l'impasto ,l'ho steso nella teglia del forno (che nel frattempo ho portato a 200°) e coperto con:
la salsiccia a bocconi, la mozzarella tritata grossolanamente, le patate passate nello schiacciapatate, cosparsa  tutta la superficie con il sale fino e un filo d'olio.
Infornare la pizza  nel piano basso  per circa 15 minuti, dopodiché portare la teglia nella parte alta del forno e terminare la cottura.

09 nov 2011

Frolla montata farcita con la Hero




Ho voluto sperimentare questa crostata usando i tuorli d'uovo sodi, come si fa per gli Ovis Mollis.
Buonissima, friabilissima.
Questa l'ho fatta con  la confettura ai Frutti di bosco della Hero, azienda che ha indetto un Giveaway che scade il 30/11 ed al quale partecipo.

Ingredienti:

300  g di farina   antigumi 00 Molino Chiavazza

250 g di burro di Soresina

100 g di zucchero a velo

4 tuorli sodi

scorza di 1/2 limone grattugiata
1 cucchiaio di rum

1 pizzico di sale


Procedimento
Lavorare a pomata con lo sbattitore elettrico il burro e lo zucchero.  Quando il composto é soffice e spumoso, aggiungere i tuorli passati al setaccio, il rum, il limone e per ultimi  farina e  sale setacciati. Avvolgere nella pellicola l'impasto  e far riposare almeno ½ ora in frigorifero.
Imburrare ed infarinare uno stampo per crostate di 24 cm di diametro e con i 2/3 dell'impasto stendere la sfoglia coprendo la base ed i bordi dello stampo.
Versare la confettura, livellare  e con la pasta restante fare la classica griglia o quello che vi piace di più.

Infornare a 175° per 25-30 minuti.
Far raffreddare molto bene prima di togliere la crostata dallo stampo, perché per la sua friabilità, rischierebbe di rompersi.

05 nov 2011

Tortelli ripieni di zucca e di cremonesità






Sì d'accordo, i classici tortelli di zucca ma con un po' di "cremonesità".
Infatti l'aggiunta di mostarda ed amaretti nel ripieno é tipica delle mie parti; però piace a tutti o quasi:  basta provare.
 Ingredienti
La pasta
400 g  di farina
   4    uova
Fare  la classica fontana con la farina, versare al centro le uova sbattendole  leggermente intridendo a poco a poco tutta  la farina, fino ad ottenere il classico impasto della sfoglia. Far riposare una mezz'ora.

Ripieno
800 g di zucca
150 g di mostarda di frutta mista  di Cremona
100 g  amaretti,
250 g  Gran Soresina
 80 g di burro Soresina
Qualche fogliolina di salvia,
sale-pepe

Procedimento
Cuocere la zucca a  grossi pezzi  in forno a 200 ° per circa 20 minuti. Togliere la buccia e passare  la polpa al setaccio. Unire  gli amaretti sbriciolati finemente, il grana padano, la mostarda tritata finissima, un pizzico di sale e pepe. Amalgamare bene gli ingredienti, se il composto risultasse un po' liquido, basta unire ancora amaretti e/o grana.
Mettere il ripieno qualche ora in frigorifero,ma si può preparare anche il giorno prima. 
Stendere la sfoglia sottile a strisce e distribuire su metà di questa, alla distanza di 4-5 centimetri l'uno dall'altro, il ripieno a mucchietti, quindi coprite con l'altra mezza sfoglia e ritagliate con l'apposita rotella tanti quadratini che poi chiuderete a triangolo.
Lessare i tortelli  in acqua bollente salata. Nel frattempo, in un tegame  sciogliere il burro con la salvia e quando è ben dorato e la salvia é bella croccante  condire i tortelli e cospargere di grana.

28 ott 2011

Tagliatelle finferli e salsiccia


Tagliatelle fatte in casa, con finferli dell'Alto Adige e salsiccia fresca dell'amica Rosanna che ha  uno strepitoso  allevamento di maiali. La ricetta é semplicissima, ma con questi ingredienti  non poteva  non essere buona...
Per le tagliatelle ho usato la classica ricetta di 1 uovo ogni ettogrammo di farina, adoperando la comodissima   nonna papera. A noi piacciono non troppo sottili.

 Ingredienti
 200  g di tagliatelle  all'uovo
100  g di salsiccia
100  g di  finferli freschi
1/4  cipolla
200 g di passata di pomodoro
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
2 foglioline di salvia
1/4  bicchiere di vino bianco
sale e pepe
una manciata di Gran Soresina

Procedimento
In un tegame anti aderente rosolare  la salsiccia  fino a quando avrà perso tutto il suo grasso. Quindi buttarlo.
In un altro tegame, rosolare nell'olio la cipolla  tritata, per qualche minuto; aggiungere la salsiccia e lasciarla dorare, mescolando spesso. Unire i funghi   tagliati a pezzetti, sfumare  con il vino bianco, lasciar evaporare e aggiungere la passata di pomodoro.Cuocere  una ventina di minuti ;sale e pepe. 
Qualche minuto prima di togliere dal fuoco mettere le foglioline di salvia.
Impiattare e cospargere con una bella manciata di Gran  Soresina grattugiato.

Un piatto autunnale con un ricordo dell'estate passata, perché i funghi li ho presi quest'estate ad Anterselva e conservati nel freezer.

16 ott 2011

Risotto con la zucca e mele renette


Ancora un risotto giallo,stavolta senza zafferano,ma con la verdura di stagione, la zucca zero chilometri  perché l'orto del vicino é a due passi da casa mia

Ingredienti
320 g di riso Carnaroli
800 g di zucca
2 mele renette
50 g di scamorza affumicata
mezza cipolla
un gambo  di sedano
4 foglie di salvia
40 g di Grana padano Soresina
½  bicchiere di vino bianco secco
brodo di carne
burro Soresina
sale
pepe

Togliete la buccia, i semi e i filamenti alla zucca, e tagliate la polpa a dadini.
Tritate la cipolla, e il sedano fate soffriggere il trito nel  burro, unite la zucca e  la salvia. Quando quest'ultima sarà croccante eliminatela e unite il riso,facendolo  tostare mescolando, quindi bagnate col vino e lasciatelo evaporare. Proseguite la cottura bagnando di tanto in tanto con un mestolo di brodo caldo (ne occorrerà circa un litro).A  metà cottura incorporate le mele sbucciate  tagliate a dadini e terminate la cottura. Mantecate fuori dal fuoco, col resto del grana , la scamorza  e una noce di burro.Cospargete con il Grana grattugiato.


12 ott 2011

Pane per toast



Per la prima volta ho sentito parlare di water roux qui.
E dopo questo risultato credete che debba mollare questo nuovo metodo di lievitazione? Giammai, anzi la prossima volta provo con il pane.
Grazie Paola, un nome, una garanzia e grazie anche ad Ornella che la ospita nel suo blog.

Ingredienti:
500 g di farina Manitoba Molino Chiavazza
200 ml di latte intero Soresina
150 g di water roux
50 g di burro Soresina in scatola
2 cucchiai di zucchero
5 g di sale
4 g di lievito di birra liofilizzato

per il water roux
40 g farina
200 g di acqua

Cominciamo con il roux.In un pentolino mettiamo la farina e gradatamente uniamo l'acqua senza fare grumi.
Mettiamo il tutto sul fuoco moderato fino a quando risulterà una massa lucida e uniforme.
Nella macchina del pane ho messo tutti gli ingredienti, lasciando solo alla fine il burro morbido, ed ho lasciato impastare per tutto il tempo del programma e lasciato nella macchina per un'ora.
Poi ho diviso il composto in due rettangoli , li ho arrotolati ben stretti e messi in due stampi da plum cake di quelli usa e getta.Ho lasciato lievitare fino al raggiungimento del bordo degli stampi e poi  infornato a 200°
per una ventina di minuti.
Appena pronti li ho lucidati con olio evo,tolti dal forno e lasciati raffreddare.


05 ott 2011

Risotto porri e zafferano


 Un risotto che in casa mia  piace molto, sia per la delicatezza che i porri danno al piatto, sia perché "la conditio sine qua non" affinché un risotto sia tale, deve avere per forza lo zafferano, se no che risotto é?

Ingredienti
 320 g di riso Carnaroli
4 porri
120 g di emmental
grana padano  Soresina  grattugiato
brodo vegetale
1/2 bicchiere di vino bianco secco
1/2 mezzo bicchierino di brandy
1 bustina di zafferano
burro Soresina
sale e pepe

Preparazione

Eliminare le radichette dei  porri  e 2/3 delle parti verdi e ridurli a rondelle .In una
casseruola sciogliere il burro e rosolare una parte dei  porri a fuoco basso per 3-4 minuti con un pizzico di sale e un po' di brodo.
Dopodiché unire il riso, mescolare e bagnare con mezzo bicchiere di vino. Fate evaporare il vino, unire il brodo caldo e continuare la cottura per una decina di minuti.A questo punto incorporare l'emmental tagliato a dadini, il brandy e la bustina  di zafferano.Salare e pepare.
Insaporire nel burro caldo gli anelli del porro tenuti da parte, per qualche minuto:devono diventare croccanti.
Lasciare mantecare il risotto dopo averlo cosparso di grana grattugiato; impiattare e decorare con gli anelli di porro tenuti da parte.



24 set 2011

Ciambellone al Grand Marnier


E' un ciambellone  altissimo e sofficissimo, con un leggero aroma e sapore d'arancia, un dolce che ha assolto egregiamente il suo compito di rendere meno amaro il rientro dalle vacanze.
La ricetta l'ho trovata su un foglietto volante, dove a stento si legge il nome, ma credo si tratti di Daniela Cartella


Ingredienti
300 g farina bianca antigrumi Molino Chiavazza
300 g zucchero
200 g fecola
175 g burro Soresina
4 uova
1 bicchiere di latte Soresina
½ bicchierino di  Grand Marnier
1 bustina di lievito
 
Preparazione
In una terrina mescolare il burro ammorbidito con lo zucchero aggiungere le uova , il latte la farina e la fecola setacciate.
Lavorare l'impasto unendo il liquore ed incorporare per ultimo il lievito avendo cura di ben amalgamarlo. Mettere in uno stampo da ciambella di cm 24  imburrato ed infarinato e cuocere a 170° per 50 minuti circa.

28 lug 2011

Crostata con torta paradiso



L'idea di questa crostata  me l'ha data Imma, e questa é la mia versione:

Ingredienti   per la frolla

400 g di farina antigrumi Molino Chiavazza
100 g di fecola di patate Chiavazza
250 g di burro Soresina
3 rossi d'uovo
150 g di zucchero
1 pizzico di sale
1 cucchiaino d'olio d'oliva
1 bustina di vanillina

Procedimento
Mettere le farine, il sale,  il burro a pezzetti appena tolto dal frigo ed il cucchiaino d'olio nel robot e frullate fino ad ottenere un composto granuloso. Versatelo in una terrina formando la classica fontana ed al centro mettete i tuorli, lo zucchero, la vanillina ed amalgamate velocemente.Mettete il panetto ottenuto, avvolto nella pellicola,
 in frigorifero per una mezz'ora.

Torta paradiso
150 g di fecola Chiavazza
150 g di burro Soresina
150 g di zucchero
3 rossi d'uovo
1/2 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
1/2 scorza di limone grattugiata

Procedimento: 
 Scaldare una ciotola con dell'acqua calda, asciugarla e mettere il burro morbido, lavorarlo con un cucchiaio fino ad ottenere una crema. Aggiungere uno alla volta i 3 rossi d'uovo e lo zucchero. Con le fruste elettriche montare il composto fino ad avere una schiuma soffice e bianca.Unire la scorza di limone, la fecola di patate setacciata, mescolando dal basso verso l'alto per non smontare la pasta. A parte montate con un pizzico di sale un albume ed unitelo sempre con delicatezza alla torta, e per ultimo aggiungete il lievito.

 Togliere la crostata dal frigorifero e ricoprire uno stampo da cm 26 e riempirlo con la torta paradiso.
Infornare  a 170° per 40 minuti circa.Una volta cotta e fatta raffreddare cospargerla con lo zucchero al velo.
Con questa ricetta partecipo al  
contest del Molino Chiavazza

18 lug 2011

Crostata sfogliata con crema al limoncello e pesche





Ecco un'altra ricetta per il contest del Mulino Chiavazza Crostate e crostatine.
La pasta sfoglia  l'ho fatta con questa ricetta, però si può usare quella già pronta:

Ingredienti
250 g di farina antigrumi Chiavazza
125 g di burro Soresina
4 cucchiai di acqua fredda
1 pizzico di sale

Procedimento
Ho messo nel mixer con le lame d'acciaio la farina con il burro tagliato a pezzetti e l' ho fatto funzionare ad intermittenza fino ad ottenere un impasto granuloso. Sempre tenendolo in funzione ho aggiunto l'acqua, poca per volta fino a quando si é formato un composto  privo di striature.Tolto dal mixer ho formato una palla e messa in frigo due ore.

Crema pasticcera al limoncello con pesche

3 rossi d'uovo
100 g di zucchero
100 g di farina 00 + 1 cucchiaino* antigrumi Chiavazza
500 g di latte intero Soresina
1 noce di burro Soresina
scorza grattugiata di 1 limone
2 pesche a pezzetti
1 bicchierino di limoncello

Procedimento
In un tegame,sbattere con le fruste elettriche i rossi con lo zucchero, aggiungere poca alla volta la farina + il cucchiaino ed infine il latte. Stemperare molto bene e per ultimi  unire il burro ed il limone.Mettere il tutto sul fuoco basso  e mescolare alcuni minuti sempre mescolando.Alla fine aggiungere il limoncello.
Togliere il tegame ed aggiungere le pesche sbucciate e  tagliate a pezzetti.
Riprendere la pasta dal frigo e con i 2/3 foderare uno stampo da cm 24 di diametro, riempire di crema e con il resto della pasta fare la griglia.
Infornare a 175 per 40-45 minuti.
Una volta fredda si può cospargere di zucchero al velo.

PS* Non chidetemi il perché del cucchiaino, ma questa é la ricetta di casa mia, che faccio e che riporto pari pari come mi é stata tramandata.

17 lug 2011

Pane di segale




E' una ricetta che ho trovato sulla confezione della miscela Pane di segale del molino Chiavazza, molto buono,  e la segale per me é stata una piacevole scoperta, inoltre basta poco per essere sazi. Ho fatto il pane, riducendo le dosi a metà

Gli ingredienti sono 
500 g di Miscela per Pane
1 bustina di lievito di birra liofilizzato
2 cucchiai d'olio evo
10 g di sale
5 g di zucchero
300 ml di acqua tiepida.

Procedimento
Ho messo tutti gli ingredienti nella mdp sul programma impasto + un'ora di lievitazione.
Impastato di nuovo ricavando  4 pagnottelle da  200 g cad.
Ho fatto lievitare ancora mezz'ora; intanto ho portato il forno a 200°. 
Con una lametta ho  praticato dei tagli sulla superficie ed infornato mettendo sul fondo un pentolino di acqua bollente e cotto per circa 40 minuti.

16 lug 2011

Mafalde al profumo di limone senza formaggio

Questa é la  ricetta con la quale volevo partecipare  al contest di Pan per focaccia cioè "Ricette senza formaggio";ma ho problemi di collegamento e non riesco a mettere il link di questa ricetta sul blog.Mi dispiace non poter partecipare, ma sinceramente non so come fare a rimediare. E' da un paio di settimane che ho problemi con Blogger...
Comunque questa pasta cucinata così ha riscosso successo in famiglia e quindi anche senza contest, la voglio condividere con voi.
Certamente un piatto squisito  con qualche problema in meno di colesterolo: solo quello delle uova.

Ingredienti per due persone
150 g di Mafalde
2 uova
zeste di 1/2 limone
1/2 bicchiere di vino bianco secco
1/2 bustina di zafferano
sale
un pugnetto di prezzemolo
2 cucchiai di olio evo
succo del limone
1 porro

Procedimento
Tagliate a strisce sottili la buccia del limone e sbollentatele tre volte in acqua bollente che cambierete ad ogni volta.
Intanto cuocete le uova in acqua fredda per 8 minuti da quando inizia il bollore.
Un volta cotte e fredde, sbriciolatene uno con la forchetta, mentre l'altro tagliatelo a cubettini.
Intanto che la pasta cuoce preparate la salsa al vino bianco.

In un tegame scaldate il porro tagliato a rondelle nell'olio, quindi aggiungete il vino, le zeste, lo zafferano, il sale e cuocete fino a quando il sugo sarà ridotto  della metà.
Scolate la pasta al dente, e una volta fredda condite con il sugo al vino, unite le uova, il succo del limone e guarnite con prezzemolo e foglie del porro tagliate a pezzetti.

12 lug 2011

Il ciambellone di Selene



Questo é un ciambellone speciale, come speciale é la persona che mi ha dato la ricetta, per l'appunto:   Selene


Ingredienti

400 g farina antigrumi 00  Chiavazza

200 g di fecola di patate  Chiavazza

250 g di burro Soresina

4 uova intere

2 tuorli

1 bicchiere di latte Soresina

400 g di zucchero

1 bustina e mezza  di lievito

Lavorare a crema il burro con lo zucchero; unire uno per volta le uova intere e i tuorli.
Setacciare le farine ed aggiungerle al composto precedente insieme al bicchiere di latte.
Per ultimo unire il lievito istantaneo per dolci.
Versare il composto in uno stampo, imburrato ed infarinato con il buco, dai bordi alti, ( io ho usato quello al silicone) ed infornare a 175° per 45-50 minuti.
Soffice? Di più

25 giu 2011

Pizzette al burro



 Potrà sembrare "blasfemo" fare la pizza con il burro, però  hanno proprio ragione le mitiche sorelle Simili, queste pizzette sono di una sofficità infinita.

Ingredienti:
500 g di farina 00
250 g di acqua (circa)
1 bustina di lievito secco
1 cucchiaio raso di zucchero
40 g di burro Soresina
1 cucchiaio di olio evo
1 cucchiaino di sale
polpa di pomodoro 
 mozzarella
olio,sale,origano

Procedimento
Diluire il lievito in un po' d'acqua con lo zucchero.Versare la farina, il sale, il burro, l'olio, in una ciotola poi unire il lievito sciolto  e cominciate ad impastare  senza lavorare a lungo.
Coprire l'impasto e far lievitare per una cinquantina di minuti.Tirare una sfoglia  di 3 mm di spessore.Con uno stampo per biscotti di un diametro di 5 cm.Con la punta delle dita premere il centro di ogni dischetto formando un ampio incavo in cui mettere un cucchiaino di polpa di pomodoro e un pizzico di sale.
Infornare a 200° per 5 minuti.
Togliere dal forno e mettere sul pomodoro la mozzarella a pezzetti, l'origano e un goccio d'olio.
Infornare ancora per altri 5 minuti.
Ribadisco che sono sofficissime!!!

21 giu 2011

Ciambellone


Una ciambella semplice , burrosa ,   che si mantiene  soffice per qualche giorno se avvolta nella pellicola trasparente e chiusa in un sacchetto.Buonissima anche leggermente tostata, qualora ne avanzasse, ma ne dubito però

Ingredienti 
200  g di farina 00 antigrumi Chiavazza 
150  g di fecola di patate Molino Chiavazza
 3     rossi d'uovo
 1     uovo intero
150 g di burro sciolto Soresina
  3 cucchiai di latte Soresina
200 g di zucchero semolato
scorza e succo di 1 limone
1 bustina di lievito istantaneo Paneangeli
 1 pizzico di sale
 zucchero al velo


Procedimento

In una terrina , con una frusta elettrica sbattere i tuorli  e l'uovo con lo zucchero fino ad ottenere una crema bianca e spumosa. Unire il burro sciolto , il succo di limone e la scorza grattugiata (sempre mescolando)
Setacciate le due farine unendole al composto con il latte e gli albumi che nel frattempo avrete montato a neve con il sale.Infine incorporare la bustina di lievito Paneangeli.
Versare il composto in uno stampo a ciambella di cm 22 di diametro ed infornare a 175° per 25/30 minuti.