Pasqua

06 giu 2009

Crostata di amaretti e mandorle



Doveva essere una crostata di "risulta"perché volevo finire un vasetto di amaretti , il sacchetto delle mandorle in lamelle e mezzo vasetto di confettura di albicocche di mia produzione dell'anno scorso.
Girovagando ho trovato questa ricetta sul blog Fior di Frolla di Camomilla :

STREPITOSA E DI UNA BONTÀ DISARMANTE (come ha detto lei) e qui CONFERMO perché se la sono mangiata anche quelli che: Le crostate? Sì va bene, mica male, ma vuoi mettere una torta soffice, alta dieci cm?
A questo punto mi sorge un dubbio: forse fino ad oggi ho fatto delle crostate così così, ma non mi sembra..
Beh comunque questa é fantastica, gli amaretti intinti nel liquore si trasformano in una "crema" deliziosa che si sposa benissimo con il sapore delle albicocche e con tutto il resto.


La ricetta é questa:


Ingredienti:
per la pasta frolla:
300 g di farina 00
150 g di burro
100 g di zucchero

3 tuorli
Un pizzico di sale
La buccia grattugiata di un limone
½ cucchiaino di lievito in polvere per dolci

Per il ripieno:
100 g di lamelle di mandorle (la ricetta diceva granella di mandorla)
150 g di amaretti croccanti

3 albumi

2 cucchiai di zucchero semolato
Liquore all’amaretto di Saronno q.b.
3-4 cucchiai di marmellata di albicocche
1 cucchiaio di zucchero di canna

Procedimento:
Per la frolla: nella planetaria (o nel mixer) lavorate il burro freddo a pezzetti insieme allo zucchero semolato utilizzando il gancio a k. Sempre tenendo l’apparecchio in funzione unite i tuorli, uno alla volta (conservando gli albumi che vi serviranno tra poco per il ripieno) e quando saranno perfettamente amalgamati aggiungete la scorza di limone grattugiata (sempre facendo attenzione ad evitare la parte bianca più amara). Incorporate la farina setacciata, il lievito ed infine un pizzico di sale. Impastate il tutto fino ad ottenere una pasta liscia e omogenea, se necessario, lavoratela brevemente a mano, formate la classica palla e fatela riposare in frigo per 30 minuti circa avvolta nella pellicola alimentare.

Con il mattarello stendete la pasta frolla su una spianatoia in un disco grande a sufficienza per formare la base ed i bordi della crostata e disponetela in uno stampo a cerniera da 26 cm di diametro ben imburrato ed infarinato. Spalmatevi sopra la marmellata di albicocche servendovi di un cucchiaino e disponete sopra gli amaretti interi, che avrete immerso velocemente in un piatto fondo contenente un po' di Amaretto di Saronno, ricoprendo l’intera base in modo da formare tanti anelli concentrici partendo dall’esterno fino al centro. Montate leggermente gli albumi insieme ai 2 cucchiai di zucchero semolato in una ciotola ben pulita servendovi delle fruste elettriche e con essi ricoprite la superficie di amaretti aiutandovi con una spatola. Tritate (anche con il mixer) grossolanamente le mandorle già tostate (meglio ancora sarebbe la granella per un risultato estetico più piacevole) e distribuitele con le mani uniformemente sul composto di albumi montati completando con una spolverata di zucchero di canna.

Cuocete nel forno già caldo a 180° per circa 40 minuti coprendo con un foglio di alluminio se la superficie del dolce dovesse scurirsi troppo.


15 commenti:

manu e silvia ha detto...

mandorle ed amaretti son un accoppiata strepitosa per una torta! ci crediamo che sia riuscita benissimo!
un bacione

Claudia ha detto...

Ma deve essere strabiliante davvero!!!!! mi piacciono molto gli amaretti.. un bacione..

michela ha detto...

Sicuramente son ottime anche le crostate che hai fatto finora..ma questa..deve essere spaziale leggendo gli ingredienti!
ciao buon we.

germana ha detto...

@Gemelline-Claudia-Michela: avete ragione.
baci

Rosetta ha detto...

Ma è strepitosa !!!
Mi scende la salivazione solo a leggerla.
Buona domenica
Mandi mandi

Carmine Volpe ha detto...

che golosità, amaretti e mandorle, immagino il profumo,il sapore, la fragranza

Caty ha detto...

cara Germana questa torta mi ricorda gli anni delle medie e una cara amica...ma vedi un po' che effetto può fare questa tua favolosa crostata!!un abbraccio

germana ha detto...

@Rosetta-Carmine : é strepitosa e fragrante davvero
@Caty mi fa piacere che ti abbia suscitato cari ricordi.
Un abbraccio e buona domenica

Caty ha detto...

P.s. ti ho lasciato un premio ..così non perdi l'abitudine!!Buona domenica

antonietta ha detto...

grazie di essere passata da me

Solema ha detto...

Da me invece qualsiasi crostata è gradita, questa è già stampata. Se ti fa piacere avrei un premio per te. Ciao

Ale ( Legs&harry) ha detto...

Ciao Germana, copio e stampo per la mia collega... magari mi prepara anche questa... :-))))
grazie

soleluna ha detto...

Che bontà questa crostata da mangiare al volo....gli amaretti pucciati nel liquore amaretto di sarono sono super buoni...complimenti...ciao Luisa

Francesca ha detto...

Torta veramente fantastica!!!
Grazie per questa ricetta , lho fatta una volta e la sto rifacendo, un successo anche con gli amici

germana ha detto...

@Francesca: anche i miei amici vogliano sempre questa.