Pasqua

25 set 2008

Baci di dama





Questa é una "sfida" tra me e Sonia , (sto scherzando ovviamente), perché anche lei ha preparatato i baci di dama con la mia ricetta e voleva vedere com'erano i miei, siccome glielo avevo promesso : eccola accontentata.
Invece del cioccolato io usa sempre la crema gianduia che si "sposa" bene con le nocciole, e per la precisione questa di Fabio che non ha nulla da invidiare alla mitica Nutella.
Crema Gianduia di Fabio Fongoli
Questi gli ingredienti:
burro di cacao g.30
cacao g.100
cioccolato bianco g.400
cioccolato nero g.200
pasta di nocciole g.200
olio di riso g 200
Metti gli ingredienti eccetto l'olio in un recipiente e amalgami a bagnomaria,(questo lavoro lo faccio con il microonde)naturalmente con la dovuta cautela,una volta amalgamato il tutto ci aggiungo l'olio q.b.
Precisazioni di Fabio. Il burro di cacao non è necessario in quanto c’è già nelle cioccolate.Per la pasta di nocciole,per farsela,bisogna macinare con il mixer le nocciole molto finemente,fino al punto che queste trasudano il loro olio. Per evitare che rimanga qualche residuo solido di nocciole sarebbe bene passare la pasta attraverso un setaccio a maglie molto fitte.
NB. La quantità di olio è indicativa, aggiungerne fino ad ottenere la giusta consistenza
Baci dama
Ingredienti per 20 baci
70 gr di farina
70 gr di nocciole
50 gr di burro ammorbidito a temperatura ambiente
50 gr di zucchero
crema gianduia
pizzico di sale
Preparazione
Sgusciare le nocciole e farle tostare in forno.Spellarle e lasciarle raffreddare.
Tritarle finissime così da ottenere una farina.Lavorare il burro con la farina, un pizzico di sale, lo zucchero, la farina di nocciole.Fare un panetto e porlo in frigo per due ore avvolto nella pellicola. Togliere il panetto e formare le palline del peso di 5 g cad. che andranno messe su una placca rivestita con carta da fornoe cotte a 160° per 25 minuti.Farle raffreddare completamente e unirle due a due con la crema gianduia.

9 commenti:

Tiziana ha detto...

Germana!!

mannaggia!! ingrasso di 2 kg solo a vederli.....

mamma che buoni....

clamilla ha detto...

Ciao Ge,
proprio belli ti son venuti!!!!
Se ti va passa da me a raccogliere il meme 7 e 7 è divertente!
Martina

germana ha detto...

Martina sono passata poco fa, mannaggiaaaaa questo PC, prima o poi lo butto.
Non riesco a collegarmi.
Riprovo

soleluna ha detto...

Buon pomeriggio Germana!!!certo che puoi partecipare alla mia raccolta....anzi devi.....tu che vivi in una zona di produzione della zucca in Lombardia....chissà quante ricette conosci. Mi piace il nome del tuo blog.....la tua è anche terra di costruzione di violini, terra della mostarda, del torrone terra di buone cose non perdiamoci di vista....benvenuta nel mio blog e aspetto la tua ricetta....Ciao Luisa

germana ha detto...

Cara Luisa sicuramento non ci perderemo di vista e sai perché? Il titolo del tuo blog mi ha attirato molto perché : LA POLENTAAAAA e voi bergamaschi la sapete fare bene!!!
mamma mia che buona, anche a colazione :polenta abbrustolita del giorno prima, cosparsa di zucchero...sarà perché ho una certa età, come si evince dalla foto del post "La sagra di Trigolo", ma lascio tutti i biscotti di questo mondo per la polenta...
a presto

Ross ha detto...

Mmm, mi pare di sentirne il profumo... Sono bellissimi! Ho assaggiato quelli di mia suocera, che però usa una sua ricetta mettendo anche il vermouth con il cacao come ripieno, e ti dirò, non erano malaccio, però mi sa che sono meglio i tuoi.... Ciao!

germana ha detto...

Ti dirò che mi sono attenuta strettamente alla classica ricetta piemontese che nell'impasto prevede esclusivamente nocciole, e non mandarle, soprattutto del Piemonte delle quali ultimamente sono stata omaggiata.
baci

Milù ha detto...

Da provare sicuramente, grazie Germana, mi tenti con ogni tua ricetta.

germana ha detto...

Milù, baci di dama a parte mi volevo complimentare con te per i tuoi hobby.
ciao ciao e
buon WE