Pasqua

19 feb 2009

Play the Game :L'inchiostro dentro


Quando ho ricevuto l'invito di Caty di collaborare alla stesura di un racconto, sì proprio un racconto, da un'idea di Sabrina e Luca , di tutto avrei pensato all'infuori di quello di scrivere.
Però la tentazione é stata forte, a me piace mettermi in gioco e quindi ci provo.
L'inizio del racconto lo potete trovare sul blog di Sabrina e Luca, poi Caty ha continuato e questo é il mio turno.Mi auguro che qualcuno, passando di qui, si auto candidi per la continuazione dello stesso, perché sinceramente non saprei a chi rivolgermi in particolare.


Ma quegli occhi imploranti e pieni di lacrime nei quali Eugenio si perde solo per un attimo lungo un’eternità, lui li ha riconosciuti, o almeno crede di averli riconosciuti. Nel frattempo qualcuno ha chiamato l’autoambulanza che arriva a sirene spiegate. Immediati i soccorsi, Alice ferita, viene messa sulla barella e Milla le tiene la mano. Fortunatamente, da un primo esame, la ferita è meno grave di quanto possa sembrare; Alice non ha perso i sensi, è cosciente, anzi, pur con la testa sanguinante mormora qualche parola, si lamenta, però bisogna portarla subito in ospedale, non bisogna perdere tempo.

“Voglio venire anch’io” dice Eugenio e senza attendere risposta, sale sull’ambulanza che riparte a sirene spiegate.

Incredulo, sbigottito, con il senso di colpa, che pesa come un macigno sulla coscienza, vuole accompagnare Alice in ospedale per sincerarsi che niente rimanga intentato perché la ragazza guarisca e torni come prima ;ma soprattutto, e di questo nemmeno lui forse si rende conto, è perché vuole incrociare ancora i suoi occhi , per avere la certezza che si tratti proprio di lei. Si siede accanto a Milla e guarda Alice, che si è leggermente assopita sotto l’effetto di sedativi, la vorrebbe tranquillizzare, esprimere tutto il suo dolore per averle causato tanto male, ma le parole gli si fermano in gola, Ed in questi interminabili momenti pensieri, rimorsi, rimpianti gli martellano la mente.

“Ma sì è proprio lei, Alice, ripete dentro di sé per auto convincersi, non mi posso sbagliare, perché solo un’emozione così forte, può far scattare quelle sensazioni, chiamate struggenti nostalgie, che pensavo ormai sopite.” Erano questi i pensieri che affollavano la sua mente, mentre l’ambulanza stava entrando nel Pronto Soccorso dell’ospedale.

Fino al momento di questo maledetto incidente, Eugenio non sapeva che Alice era l’unica donna che gli è rimasta nel cuore, intatta, indelebile e che ha lasciato un grande rimpianto....


Avrei pensato a LUANA

Mi auguro che accetterà quest'invito , e sono convinta che potrà dare un bellissimo contributo alla stesura di questo nostro racconto.

18 commenti:

Laura ha detto...

Ma che bel gioco! Ora inizio il giro dei blog per leggermi tutta la storia!!

Cooking Mama ha detto...

germana, sai dove posso trovare delle ottime zampe di maiale? domenica voglio prepararle, ma vorrei un consiglio da te per trovare un fornitore.
grazie, CookingMama
http://cookingmama.myblog.it

Caty ha detto...

Bravissima !!!!!bello e dal cuore , come dev'essere un vero racconto che emozioni chi lo legge nel sentire tutta quella vita che chi lo scrive vuole esprimere !!un abbraccio

germana ha detto...

OK Laura é una bella storia, sappimi dire, ma perché non partecipi anche tu?
@Luana prova presso la salumeria (non ricordo il nome ) che c'é a porta Milano dalla parte opposta del S. Giorgio, vicino al semaforo, non puoi sbagliare nei dintorni non ce ne sono altre. Lì hanno salumi,cotechini, zamponi, formaggi ecc. molto buoni. Credo però che tu li debba ordinare prima, perché non sempre li hanno. Ma se ne hai bisgono per domenica sei ancora in tempo.
@Grazie Caty, ho scritto così di getto.

tittina ha detto...

c'è un premio da ritirare..ora vado a leggere dall'inizio..baci Tittina

Luca and Sabrina ha detto...

Germana, hai emozionato anche noi, scritto di getto e col cuore come hai fatto. La storia sta già prendendo forma, ora siamo curiosi di sapere a chi lo passerai, segui le tue sensazioni!
Un abbraccio da Sabrina&Luca

germana ha detto...

@Grazie del prmio Tittina, passerò senz'altro a ritirarlo.
@Luca e Sabrina il vostro commento mi lusinga,ma sinceramente ci devo pensare, spero che nel frattempo si faccia avanti qualche volontario.
Un abbraccio e buona serata a tutti

Cooking Mama ha detto...

Ho capito a quale macelleria ti riferisci. perfetto, se torno presto oggi passo subito a chiedere. Grazie del consiglio.
... che dire, sono lusingata dell'invito a continuare la storia. Chiedo solo la pazienza di attendere fino a domenica, giornata durante la quale, riesco a ritagliarmi una mezz'oretta da dedicare alla scrittura. Ci aggiorniamo, dunque
CookingMama
http://cookingmama.myblog.it

Cooking Mama ha detto...

Ho capito a quale macelleria ti riferisci. perfetto, se torno presto oggi passo subito a chiedere. Grazie del consiglio.
... che dire, sono lusingata dell'invito a continuare la storia. Chiedo solo la pazienza di attendere fino a domenica, giornata durante la quale, riesco a ritagliarmi una mezz'oretta da dedicare alla scrittura. Ci aggiorniamo, dunque
CookingMama
http://cookingmama.myblog.it

Lory ha detto...

Ciao Germana grazie per essere passata da me ora sono io che do a te un abbraccio grande grande!!!

soleluna ha detto...

Che bel racconto sei bravissima a scrivere...e Luana è azzeccata da me c'è un premio per te ciao Luisa

germana ha detto...

@Luana GRAZIEEE siamo in buone mani come dice Luisa. Aspetto il parere sulla macelleria.
Luisa passo da te
@Lory, sei GRANDE e coraggiosa.
Un bacione a tutte

Gunther ha detto...

è molto bella questa iniziativa e divertente, bravi tutti

germana ha detto...

Grazie Gunther.

Daniela ha detto...

Bellissima iniziativa, complimenti!
a presto...

germana ha detto...

@Daniela grazie della visita, prova anche tu!!!!

annathenice ha detto...

Germana, grazie del complimento per il racconto che senza la tua ispirazione non sarebbe venuto così.
A presto
Anna

germana ha detto...

@Grazie Annathenice
un bacio