Pasqua

14 giu 2010

Confettura di more di gelso

Deliziosa confettura preparata con un frutto antico: le more del gelso.
Questa pianta originaria della Persia, era molto diffusa nel secolo scorso, soprattutto da noi nella Pianura Padana, e veniva coltivata perché le sue foglie fornivano  il cibo ai bachi da seta, e con  i suoi dolcissimi frutti si faceva, appunto, la marmellata o meglio la confettura di more.




Nell'antichità, racconta Plinio, che questi frutti potevano curare molti mali: quelli acerbi  (Morus nigra) portati addosso arrestavano le emorragie, mentre quelli maturi davano un medicamento che unito al miele, mirra e zafferano combatteva il mal di gola ed i disturbi di stomaco.

Questi rimedi oggi ci fanno sorridere, però la moderna fitoterapia ha confermato parte di quegli usi.

Queste sono quelle del mio alberello, che quest'anno é stato particolarmente generoso, e non hanno i semini.

Ingredienti:

1 K di more
300 g di zucchero di canna (si può aumentare la dose a seconda della dolcezza del frutto)
il succo di 1 limone

Macerare  le more in una pentola d'acciaio spessa, con lo zucchero ed il succo del limone almeno 12 ore.
Mettere quindi la pentola sul fuoco e cuocere fino alla prova goccia sul piattino.
Invasare ancora calda e chiudere i vasetti una volta raffreddati.



12 commenti:

Betty ha detto...

quanto mi piacciono questi neriii... ma qui non ce li ha quasi nessuno, io impazzisco, sono molto più buoni dei bianchi.
se riesco a trovare un albero la voglio fare anch'io questa confettura, bravissima!
baci e buona settimana.

Claudia ha detto...

Germana!! quanto darei per assaggiarla.. anche perchè non ho mai assaggiato le more di gelso..!!!! sembrano proprio buone!bacioni e buon lunedì :-D

Mary ha detto...

Che buona questa confettura da spalmare sul pane!

Daniela ha detto...

Che buona!! Buona settimana Daniela.

sorbyy ha detto...

Questa è una marmellata che manca nella mia dispensa!!
Buonissima, sicuramente da provare Ciao

rebecca ha detto...

senza semini, tutta un'altra cosa! sei stata molto esauriente , dalla storia alla ricetta! complimenti
ciao Reby

germana ha detto...

@Betty: é vero quelle bianche sono troppo asprigni, non c'é paragone...
@Claudia: beate te che non li hai mai assaggiati? Sì perché vuol dire che sei troppo giovane. Sappi però che un assaggio per te c'é sempre
@Mary-Daniela-Sorbyy: sicuramente da provare, anche con un formaggio cremoso
@Reby: grazie

Baci baci e un grazie di cuore a tutte voi

soleluna ha detto...

Che magnifica confettura...lo sai che non sapevo che i gelsi avessero dei frutti? Quanto cose che ignoro e scopro grazie a voi ciao Luisa

Andras ha detto...

Germana, questa confettura è veramente favolosa, l'ho fatta anch'io l'anno scorso e siccome me ne avevano regalate poche, le ho mischiate con le fragole. Peccato che finisce subito.
Un abbraccione!! Silvy

germana ha detto...

@Luisa, é bello scambiarsi le ricette, del resto siamo tutte qui per imparare
@Silvy: sono d'accordissimo, anche noi la stiamo centellinando.

Baci

soleluna ha detto...

Felice weekend Luisa

germana ha detto...

@Buon we anche a te cara Luisa.
Un bacione