Pasqua

30 mar 2011

Briochine con codette



Allegre e colorate, queste briochine si mangiano in due bocconi, a meranda, a colazione e quando si ha voglia di coccolarsi un po' senza troppe calorie.

Il fondo
La sera prima impastare
50 g di farina manitoba Chiavazza
25 g di acqua
2 g di lievito di birra
Coprire e lasciar lievitare a temperatura ambiente tutta la notte.

Impasto della mattina
500 g farina manitoba Molino Chiavazza
100 g di burro Soresina
60 g di zucchero
1 uovo intero + 1 tuorlo
1 cucchiaino di sale
200 ml di acqua e latte Soresina  (io ho fatto metà latte e metà acqua)
10 g di lievito di birra
codette colorate
1 albume

Procedimento
Nella macchina del pane sul programma impasto mettere il resto degli  ingredienti ed il fondo della sera.
Il mio programma prevede mezz'ora di impasto più un'ora di lievitazione.Io però l'ho lasciato un'altra ora.
Dopo di che , togliere dei pezzetti di pasta di 70 g cad. ed formare dei filoncini da arrotolare a spirale.
Far lievitare fino al raddoppio (almeno mezz'ora).
Pennellare con l'albume leggermente sbattuto con la forchetta, cospargere di codette ed infornare a 180° per 20-25 minuti.





25 mar 2011

Tubetti rigati con pomodorini al forno.



Capita spesso che arrivi all'ultimo momento un ospite in atteso, io di solito preparo questo piatto veloce , ma che vi assicuro delizioso, saporito e leggero.
 Con questa ricetta partecipo al contest Un Ospite inatteso di Ale del blog Timo e Maggiorana, in collaborazione con Giallo Zafferano
Tutte le spiegazioni su come partecipare le trovate nel suo blog.

Le dosi sono per 4 persone
350 g di tubettini rigati
300 g di pomodorini  (anche pomodorini)
1 spicchio d'aglio
una manciata di basilico, e una di  prezzemolo
un pizzico di origano
Un bella spolverata di Gran Padano Soresina
6 cucchiai di olio evo
sale-pepe

Preparazione
Lavare il prezzemolo ed il basilico. Asciugarli e tritarne metà con l'aglio.
Tagliare a fette i pomodori (io ho diviso a metà perché erano pomodorini).Pennellare con olio evo una teglia da forno.Disporre i pomodori ben affiancati,salare, pepare e distribuirvi il trito di aglio prezzemolo basilico.
Irrorare con il resto dell'olio ed infornare a 220° per circa 15 minuti.
Lessare in acqua bollente i tubettini e scolarli un po' al dente.
Versateli nella teglia con i pomodori , distribuire il pizzico di origano con il resto del trito prezzemolo e basilico.
Rimescolare per bene per insaporire la pasta ed infine servitela con il grana grattugiato.

21 mar 2011

Arrotolato all'acqua con spinaci



L'ho visto fare alla Prova del cuoco da Dada Rener e quello che mi ha più incuriosito é stata la cottura con "acqua", sì sì proprio con l'acqua ed allora la tentazione é stata fortissima, perché non provare?
Il risultato è che l'abbiamo finito tutto ieri sera a cena, e la scusa ufficiale é stata  : non c'erano grassi...
ma la realtà ? Buonissimo!!!

Ingredienti:
400 g  di vitellone macinato
1 uovo
1 pizzico di noce moscata
1 cucchiaio di pane grattugiato
1 cucchiaio di Gran Soresina grattugiato
la buccia grattugiata di 1/2 limone
sale- pepe
1 bicchiere d'acqua
1 cucchiaio di farina
Ripieno:
200 g di spinaci (io ho usato quelli surgelati)
2 cucchiai di pane grattugiato
una noce di burro Soresina
1 cucchiaio di Gran Soresina grattugiato

Per prima cosa preparare il ripieno
In un tegame antiaderente tostare con la noce di burro il pane grattugiato, unire gli spinaci tritati ed il grana.
Amalgamare e lasciar raffreddare.
In una ciotola mettere il macinato con l'uovo, il sale, il pepe, la noce moscata, la buccia del limone  ed il pane grattato.Amalgamare.
Stendere  appiattendo, questo impasto su carta forno, in un rettangolo, distribuire su un lato gli spinaci ed aiutandovi con la carta arrotolare come un salsicciotto, chiudendo bene le estremità.
Scaldate un tegame antiderente ed adagiare il rotolo con la chiusura sotto. Una volta ben sigillato girare dall'altra parte. 
Preparare la salsa con il bicchiere d'acqua e la farina ed aggiungerla ai bordi del tegame. Coprire e cuocere una trentina di minuti.

18 mar 2011

Torta salata



Forse il titolo é troppo  semplice e generico perché in realtà mi é mancata la fantasia, però in compenso la farcia é abbastanza ricca e saporita.

Per la pasta
1 uovo intero
100 g di ricotta
50 g di burro o 30 g di olio
200 g farina 00
12 g di sale

Impastare tutto insieme nel robot fino ad ottenere una pasta morbida ed elastica.
Quello che è bello di questa pasta è che non ha bisogno di riposo si stende molto facilmente , è molto morbida e poco elastica nello stesso tempo, e per questo si lavora facilmente, basta una leggera pressione sull’impasto e vedrete che il segno rimane .

Farcia
250 g di formaggi misti (io ho messo gorgonzola un po' piccante-formaggio spalmabile tipo Philadelphia, Taleggio)
1 uovo
3 cucchiai di besciamella
1 mela Ambrosia a tocchetti
100 g di prosciutto crudo a fette
una manciata di pinoli
1 noce di burro
sale-pepe

Amalgamare i formaggi con la besciamella piuttosto liquida e l'uovo, fino ad ottenere una crema morbida, sale, pepe.
Nel frattempo fate saltare per qualche minuto la mela a tocchetti ed il prosciutto crudo, nella noce di burro, dopodiche uniteli alla crema di formaggi.
Foderate uno stampo a cerchio apribile di cm 24 di diametro con la pasta matta facendola debordare.
Spalmate la crema di formaggi, coprite con le fette di prosciutto e cospargete la superficie  con i pinoli.
Ripiegate i bordi della pasta sulla farcitura.
Infornare a 180° nella parte bassa del forno per una ventina di minuti.




12 mar 2011

Biscotti con semola di grano duro rimacinata




..E gli esperimenti farine continuano.
Questa volta ho provato la ricetta dei biscotti del Molino Mininni, fatti con la loro semola rimacinata di grano duro.
Non avevo mai usato prima d'ora questo tipo di farina  e dire che mi sono stupita del risultato é dire poco.
Ho dimezzato le dosi della ricetta originale.

Frollini al limone 

Ingredienti:
500 g di semola rimacinata di grano duro
175 g di burro Soresina
180 g di zucchero
100 ml. di latte
1 bustina di lievito Paneangeli
2 rossi d'uovo
1/2 buccia di limone grattugiata
1 pizzico di sale

 Procedimento per la frolla


Ho setacciato la  farina, con il  lievito sulla spianatoia,mescolato  il burro freddo a pezzetti e, con una spatola  ho lavorato come per un battuto, fino ad ottenere un briciolame finissimo. 
Ho aggiunto lo zucchero, formato la fontana, versato al centro le uova battute con il sale, mescolato con  una forchetta, poi spatolato  trascinando l’impasto sul piano, rapidamente, fino ad incorporare tutta la farina. Infine, compattato velocemente con le mani.Lasciato riposare in frigo per una mezz'ora.
Dopodiché ho steso la pasta alta 1/2 cm, con gli stampini ho ritagliato i biscotti, li ho messi sulla teglia foderata di carta forno e fatti cuocere al 175° per 15 minuti circa. 
Buonissimi sia a colazione, che merenda con del buon the, inoltre  si conservano a lungo (se ci riuscite) nella scatola di latta. 

09 mar 2011

Pane di semola rimacinata




 La ricetta é semplicissima, niente di particolare, ma éil pane che preferisco perché fatto solo con acqua, farina, sale , lievito e che si mantiene fresco un paio di giorni senza doverlo mettere subito nel freezer. 

Ingredienti:
600 g di semola di grano duro rimacinata  Esselunga
mezzo cubetto di lievito di birra, 
400 g circa di acqua, 
15 g.  di sale fino 

Sciogliere il lievito in un paio di cucchiai di acqua e impastarlo con la farina, presa dal totale e formare un panetto.
Lasciare riposare una mezz'ora, fino al raddoppio.
Mettere nella mdp con il programma impasto il resto della farina il  panetto a pezzetti, l'acqua poco per volta e per ultimo il sale.Lasciare lievitare circa tre ore sempre al calduccio nella ciotola della macchina.(l'impasto deve triplicare il volume).
 Passato questo tempo, schiacciare la pasta senza impastarla. 
Dividerla a metà e formare le pagnotte stendendole, con le mani, in due rettangoli alti 3 cm   e arrotolandoli  su se stessi. 
Sistemarle sulla leccarda coperta di carta forno spolverizzata di farina e, con una lametta bene affilata, praticare  tre-quattro tagli obliqui sulle superfici, cospargere ancora  abbondantemente di farina e far lievitare  trenta minuti.  
Infornare a 220 ° per 30 40 minuti e far raffreddare le pagnotte avvolgendole in un paio di canovacci di cotone. 

06 mar 2011

Ravioli in salsa rossa



Questi ravioli li ho fatti con quello che é rimasto dell' anatra senza grassi 

Ingredienti
Per la sfoglia
400 g di farina
4 uova

Per il ripieno
300 g di rimasugli dell'anatra
1 uovo
pane grattugiato q.b.
sale
pepe

Per la salsa rossa

100 g di burro Soresina
 1  spicchio di aglio
1 bicchiere di vino rosso (avevo il Chianti, ma va bene anche un altro tipo di vino, purché buono)
30 g di farina
sale
pepe
Ho  preparate la sfoglia per i ravioli, impastando 400 g di farina con 4 uova; lavorato a lungo
per ottenere un impasto liscio e sodo; avvolto in una pellicola per alimenti e lasciato riposare per 30 minuti.
Tirare  con l'apposita macchinetta a rulli, fino a uno spessore di 3 mm.
Ho  tritato la carne e amalgamata in una ciotola, con tutto il sugo di cottura ,un uovo, sale , pepe e una spolverata di pane grattugiato perché era risultato troppo morbido.
Ho ritagliato la pasta a strisce , ponendo al centro un cucchiaino di ripieno ,coperto con la
rimanente pasta , ritagliato con la rotella dentata dei rettangoli e sigillato i bordi premendoli. Ho fatto asciugare i ravioli su un panno da cucina per qualche minuto,quindi lessati al dente in abbondante acqua salata.
Ho lavorato  l'aglio, finemente tritato, con il burro , l'ho fatto  fondere con la farina  quindi ho aggiunto il  bicchiere di vino rosso e lasciato addensare la salsa per qualche minuto, su fuoco basso. 
Con questa salsa condire i ravioli appena scolati con la schiumarola.

 Per chi non avesse il ripieno pronto, consiglierei questo:

Tritate uno scalogno e lasciatelo appassire a fuoco lento con 40 g di burro, unite il petto di anatra , privato della pelle, e fatelo rosolare a fiamma vivace.  Bagnate con 1 bicchiere di vino rosso e continuate la cottura per altri 15 minuti. Poi tritare la carne, unire l'uovo e continuare come più sopra indicato.....


02 mar 2011

Focaccia lardo di colonnata e cipolle borettane



Continuando nelle mie sperimentazioni sulle farine della Esselunga, oggi é toccato al Molino Chiavazza.
La farina é quella "Miscela per pane fatto in casa".
Ho seguito le istruzioni della confezione fino alla prima lievitazione, poi ho proseguito come spiegato più sotto.

Per la farcia invece, ho approfittato del fatto che: stavo facendo le cipolline borettane in agrodolce. poiché per i miei gusti erano un po' troppo grosse   ho pensato di procedere così.

Ho pelato le cipolline togliendo la buccia dorata e il primo strato sottostante. Le ho lavate , tuffate  in acqua bollente salata per 3 minuti, scolate ,e poi tolto altri due strati. 
Questi "residui" li ho fatti appassire, per una decina di minuti,con olio (due cucchiai) e sale.

Ingredienti per la focaccia
400 g di miscela  per pane Molino Chiavazza
30 g di fiocchi di patate
1 bustina di lievito liofilizzato
2 cucchiai di olio evo
11 g di sale
200 g di acqua circa

Farcia
Sfoglie di cipolline borettane
50 g di lardo di Colonnata a fettine sottili

Ho messo tutti gli ingredienti della focaccia nella mdp sul programma impasto + lievitazione.
Dura un'ora e mezza.
Poi ho preso l' impasto e l'ho steso su una teglia coperta di carta forno, con le mani unte di olio.
Questo accorgimento mi ha permesso che la pasta non mi si appiccicasse alle mani.
Con i polpastrelli delle dita ho fatto i canonici "buchi", ho cosparso la superficie con le sfoglie ,il lardo , un giro d'olio e fatto lievitare ancora mezz'ora.
Nel frattempo ho acceso il forno a 200°. Trascorsa la mezz'ora ho infornato per una ventina di minuti.
Sofficiosa e saporita.