Pasqua

27 nov 2010

Ravioli al cioccolato










Mi sono lasciata tentare , o meglio per me é una sfida questo primo al cioccolato fino ad ora mai sperimentato.
La tentazione mi é arrivata da questo Contest indetto da Blog di Cucina   e dai  f.lli Gardini , al quale partecipo molto volentieri  e che d'ora in poi di "piatti con abbinamenti strani" ne farò ancora.

Ingredienti

300 g di spinaci anche surgelati
25 g di cioccolato fondente
1 rosso d'uovo
100 g di ricotta
80 g di burro
20 g di pinoli
20 g di scorza d'arancia candita
1 cipolla piccola
2 cucchiai di olio evo
1 ciuffo di prezzemolo
sale
pane grattugiato q.b.

Sfoglia
200 g di farina 00
50 g di semola di grano duro
50 g di farina integrale
sale
2 uova
acqua q.b.


Preparate la sfoglia impastando le farine con le uova, un pizzico di sale e l'acqua sufficiente a dare
elasticità alla pasta. Lasciatela riposare per 30 minuti.
Rosolate la cipolla tritata molto fine con gli spinaci , il prezzemolo e salate.
Grattugiate il cioccolato,  tritate la buccia d'arancia candita, i pinoli  e trasferite tutto in una ciotola insieme agli spinaci e al prezzemolo. Unite l'uovo e amalgamate perfettamente il composto.
Stendete la pasta all'uovo dello spessore di 3 mm, ritagliatela a dischi di 5 cm di diametro e sistematevi al centro 1 cucchiaino di composto; richiudete a mezzaluna i ravioli, sigillandone i bordi con i rebbi della forchetta e lessateli al dente.
Fondete il burro e usatene 1 cucchiaino per lavorare la ricotta. Scolate i ravioli e sistemateli a strati in una teglia, spalmando ogni strato con la ricotta. Versate il burro fuso rimasto e decorate a piacere con scagliette di cioccolato.




23 nov 2010

Confettura di cachi e noci


La pianticella del mio campo quest'anno era stracarica di frutti, sebbene piccola ha retto al peso dei cachi, anche se i suoi rami erano talmente pieni da rasentare la terra.
Questo per dirvi che con tutti quei frutti non potevo astenermi ,dopo averne regalati un bel po',dal fare questa confettura che a dir buona sarebbe limitativo.
Ho provato la ricetta della Cameo fruttapeck, non credevo che l'abbinamento cachi/noci fosse un'accoppiata vincente.
Ecco la ricetta:
1 k di cachi (mondati e ben maturi)
1 succo di limone
800 g di zucchero
100 g di gherigli di noci
3-4 cucchiai di rum se vi piace

Mondare, spellare i cachi e metterli in una casseruola schiacciandoli con un mestolo ed aggiungere il succo di limone. mescolare una bustina di fruttapec e far bollire u minuto.A questo punto  sempre mescolando unire lo zucchero e far bollire 10 minuti su fuoco vivace.
Togliere dal fuoco, unire le noci tritate grossolanamente ed il rum.
Versare la confettura bollente nei vasetti sterilizzati, chiudere ermeticamente, capovolgere per 5 minuti, raddrizzarli e metterli in dispensa al buio.

19 nov 2010

Polenta abbrustolita con taleggio e nocciole



In casa mia la polenta é come il pane, non si butta mai.
Con quella che mi é avanzata ieri, ho preparato questi stuzzichini, prettamente "lombardi" per la presenza, oltre che della polenta, anche del taleggio dell'omonima Val Taleggio; potrebbero essere benissimo anche un secondo leggero e saporito.

Polenta fatta anche il giorno prima, l'importante é che sia fredda e si possa tagliare a fette.
200 g di Taleggio
40 g di nocciole tostate e spellate
1 rametto di timo

Tagliare la polenta a fette alte due dita, coprirle con il taleggio a   fettine.
Nel frattempo far tostare le nocciole in un tegame antiaderente, spellarle e tagliarle a pezzi non troppo piccoli.

Scaldare il forno a 200°, in una teglia mettere le fette , cospargere con le foglioline  di timo e lasciar sciogliere
il formaggio fino a quando sembrerà una crema.

Non la volevo pubblicare perché gli ingredienti sono pochi e poveri, la ricetta troppo semplice ,però in famiglia  é stata molto gradita, ed allora ho voluto condividerla con tutti voi che passerete di qui.




14 nov 2010

Straccetti di albumi con sugo ai cannellini



Un primo buono, veloce, con la delicatezza dei cannellini , il croccantino della pancetta, e la passata  di pomodoro fatto in casa.
Non resta che provarli..

Ingredienti
250 g di straccetti agli albumi o pasta all'uvo della marca che preferite
2 barattoli di fagioli cannellini
200 g di passata di pomodoro
1 spicchio d'aglio
50 g di pancetta affumicata tagliata a cubetti
1 piccola cipolla
1 cucchiaino di origano essiccato

Tritare finemente la cipolla ,tagliare lo spicchio d'aglio a metà togliendo l'eventuale anima e rosolare in due cucchiai d'olio.
Unire la pancetta , dopo qualche minuto i cannellini scolati dalla loro acqua, la passata, sale pepe
Cuocere il sugo per circa 10 minuti, mescolandolo di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Cospargere di origano.
Portare ad  ebollizione abbondante acqua salata e versare gli straccetti. A cottura ultimata scolarli in una zuppiera e condirli con il sugo di fagioli, spolverizzare ancora con un po' di pepe.

 Per gli straccetti ho usato questa ricetta che ho trovato girovagando, nel web,l'ho scritta su un foglietto volante che poi é finito chissà dove, perciò  chiedo scusa all'autrice se non posso citarne  il nome.
Sarà comunque mia premura aggiornare l'archivio qualora ne venissi a conoscenza.
Però posso assicurare che é una ricetta perfetta per riciclare gli albumi.

Straccetti
138 g di albumi
il doppio del peso delle farine così divise:
220 g farina 00 (80%)
56 g semola di grano duro rimacinata (20%)

Ho impastato al robot, poi ho avvolto nella pellicola e ho lasciato riposare 30 minuti.
Ho ripreso la pasta, passata nella macchinetta fino alla sesta tacca e poi tagliato le strisce con una rotellina dentata,



08 nov 2010

Biscotti con albicocche

 

Ingredienti

200 g di farina 00
100 g di burro Soresina
100 g di zucchero
1 uovo
30 g di mandorle in polvere
una bustina di vanillina
8 albicocche essiccate
100 g di marmellata di albicocche
zucchero a velo
sale

Qualche ora prima, mettere in acqua tiepida le albicocche per farle rinvenire
Versare la farina 00 e quella di mandorle sul piano di lavoro, unire 80 g di zucchero, un pizzico di sale e la bustina di vanillina. Fare  la fontana e mettere  al centro il burro tagliato a pezzettini.
Lavorare velocemente come per la frolla  e quando l'impasto comincia ad amalgamarsi in tanti granellini, aggiungere l'uovo e  lavorare fino ad ottenere  una pasta liscia, soda e omogenea. 
Formare il panetto, avvolgerlo nella pellicola  lasciarlo  riposare in frigorifero almeno mezz'ora. 
Stendere la pasta in uno strato di 1 cm, tagliarla con un coppapasta od un bicchiere  in tanti dischi : al centro di ognuno mettere un pochino di confettura di albicocche e metà albicocca appoggiando sulla pasta la parte della buccia.  Cospargere con lo zucchero rimasto.Disporli in una teglia  foderata con carta da forno e cuocere a 180° per 15/20 minuti.
 Far raffreddare e cospargere di zucchero al velo.

Sfiziosissimi, delicati, ottimi per accompagnare un buon te. 

Partecipo allo SWAP di Unika
bella inizativa  per uno scambio di doni a Natale.
Partecipare é semplice e bello.Per saperne di più visitate il suo blog

04 nov 2010

Involtini di pollo nel lardo di Colonnata


Involtini con una marcia in più, grazie al lardo di Colonnata che li rende morbidi, non sono necessari altri grassi ed il rametto di rosmarino al posto dello stuzzicadenti, li rende  belli da vedere.
Altra nota particolare il ripieno di patate, non li avevo mai fatti così, ma sicuramente li rifarò.

Ingredienti
400 g di petto di pollo a fette sottili -
300  g di patate -
50 g di lardo o pancetta
1    scalogno
1/2 bicchiere di vino bianco -
1 rametto di rosmarino -
1 foglia di alloro -
olio -
sale, pepe


 Pelate le patate, tagliatele a bastoncini e scottatele in acqua bollente salata per 3-4 minuti.
 Battete le fettine di pollo e mettete in  ciascuna un mazzetto di bastoncini di patate. 
Arrotolate gli involtini nel lardo,  infilzateli con un ciuffetto di rosmarino in modo da fermarli
 Tritate lo scalogno, fatelo ammorbidire in un tegame con un filo d'olio, rosolatevi gli involtini, salate e pepate, unite anche la foglia di alloro, bagnate con il vino bianco e proseguite la cottura a fuoco dolce per una ventina di minuti. Servite gli involtini ben caldi.

03 nov 2010

Staffetta dell'amicizia



Con questo post rispondo a Pesciolina, che mi ha "coinvolto" in questa staffetta, alla quale partecipo volentieri.
Del resto cosa c'é di più bello dell'amicizia?


Le regole del gioco sono:
1) creare un post inserendo il logo della staffetta e invitare 14 blogghine che vorresti conoscere meglio.
2) Postare le 8 domande qui di seguito.
3) Rispondere alle stesse sul vostro post.


Ecco le domande a cui rispondere 
1) Quando da piccoli vi domandavano cosa volevate fare da grandi cosa rispondevate?
Recitare e ballare in un'operetta

2) Quale erano i vostri cartoni animati preferiti?

 Lilly e il vagabondo, Il libro della jungla

3) Quali erano i vostri giochi preferiti? 

Recitare sul palco delle suore

4) Qual è stato il vostro più bel compleanno e perché?
Tutti ci compleanni fino a vent'anni, poi sono arrivati "i guasta compleanni"

5) Quali sono le cose che volevate assolutamente fare e che non avete ancora fatto 

Non basterebbe un'altra vita

6) Qual è stata la vostra prima passione sportiva e non? 

Andare in bicicletta e suonare il pianoforte

7) Qual è stato il vostro primo idolo musicale 

Mina

8) Qual è stata la cosa più bella chiesta (ed eventualmente ricevuta) a Babbo Natale,Gesù
Bambino, Santa Lucia?
 

La devo ancora ricevere, però vorrei ,d'ora in avanti,  avere sempre  tanta salute.

Per la scelta delle  14 blogghine, lascio la libertà di partecipare a tutte coloro che passeranno di qui.

02 nov 2010

Crostata con farina di castagne


La castagna, é un frutto che a noi piace tantissimo e con questa crostata si può dire che la voglia sia stata soddisfatta.

Ingredienti
Pasta frolla
200 g farina di castagne
100 g farina 00
180 g di burro
120 g di zucchero al velo
3 rossi d’uovo
Sale

Setacciare molto bene le due farine, aggiungere il burro freddo a pezzetti e lavorare fino ad ottenere delle briciole.Sbattere i tuorli  con lo zucchero e un pizzico di sale ed unire alle farine.
Formare un panetto e riposare in frigo almeno 1/2ora.

 Farcia
200 g di purè di castagne
2 rossi d'uova
100 g di miele d'arancia o un altro dal sapore delicato
1 dl di panna fresca 
1 cucchiaio di cognac (facoltativo) io l'ho messo perché la farcia non si spalmava bene. 

Intanto che la pasta riposa in frigo, fate lessare le castagne (circa 500 g  per ottenere 200 g di puré), spellatele e passatele nello schiacciapatate,unite i rossi, il miele e la panna.Amalgamate bene.
Foderate uno stampo di cm 24 di diametro, stendete la pasta  e riempite con la farcia.
Con i ritagli rimasti decorare secondo la vostra fantasia.