Pasqua

30 set 2010

Risotto nei cestini di grana con uva




E' stata proprio una bella idea quella di mettere il risotto nei cestini  di grana.
Gusto ed effetto assicurato per una cena tra amici. L'abbinamento zafferano uva é stata un 'accoppiata  vincente, da provare. Io ho usato l'uva bianca della mia piccola vite dell'orto, ma credo che anche quella rossa non sia niente male, se qualcuno la volesse provare....
Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Lella.


Ingredienti:

350 g di riso Carnaroli
1 scalogno
1/2 bicchiere di vino bianco secco
1 bustina di zafferano
20 g di burro Soresina
1 grappolo di uva bianca
qualche foglia tenera di vite
grana padano Soresina  grattugiato q.b. per i cestini
pepe

Preparazione
I cestini:
Ho foderato una padella di  20 cm di diametro antiaderente, per 4 volte, con della carta forno: (é comodissimo perché non ri rischia di romperlo) e csparso il fondo con il grana grattugiato.
Appena sciolto coprire una ciotolina capolvolta e lasciar raffeddare, anche in frigorifero, si fa prima.

Soffriggere lo scalogno nel burro, aggiungere il riso e lasciare  tostare. Sfumare con il vino bianco, far evaporare e continuare la cottura aggiungendo poco alla volta il brodo caldo.
A metà cottura unire la bustina di zafferano e le foglie di vite che devono essere tenere, tagliete sottili.
Cinque minuti prima di togliere dal fuoco, aggiungere gli acini un po' interi e un po' tagliati a metà (sarebbe stato bello togliere i semi, ma  poi non é così un dramma, se ognuno se li toglie da sè, perché in effetti ero un po' in ritardo).
Spegnere il fuoco, mantecare con un po' di burro, una bella incipriata di pepe e versare nei cestini.

27 set 2010

Crostata crema di ricotta e mandorle

Da provare quando si ha proprio una bella voglia di qualcosa di morbido, che ti appaghi dopo una giornata un po' "così", quando vorresti che le cose fossero andate  in un'altra direzione, ma non lo é stato.
Ma anche per una giornata per me un po' speciale, da festeggiare insieme a tutti quelli  che passeranno di qui perché oggi é il mio compleanno
Grazie

Ingredienti
per la frolla
300 g di  farina 00
150 g di burro Soresina
150 g di zucchero semolato
1 uovo intero + 1 tuorlo
buccia grattugiata di limone

Per la crema
500 g di ricotta vaccina
200 g di zucchero
1 uovo
2 cucchiai di Rum
350 g di confettura di  amarene


100 g di mandorle tostate e  tritate grossolanamente
zucchero al velo per spolverare

Fare la frolla nel solito modo e lasciarla riposare mezz'ora avvolta nella pellicola, nel frigorifero.
Intanto preparare la crema di ricotta:
Frullare la ricotta con lo zucchero e l'uovo, aggiungere il rum e la confettura di amarene.Amalgamare bene.
In uno stampo apribile di 26 cm di diametro, stendere la pasta , riempire con la crema di ricotta e cospargere con le mandorle tritate, la superficie.

Infornare a 180° per 30 minuti circa. Lasciar raffreddare e spolverare con dello zucchero al velo.




25 set 2010

Tartare di pomodori e grana



Ormai, anche per i pomodori, come per le melanzane, siamo agli sgoccioli, però in quanto a sapore offrono il massimo, ed allora perché non approfittarne per fare questa tartare?
Semplice, veloce  che appaga  i palati più esigenti ed anche quelli che stanno molto attenti alle calorie.
Insomma nulla da eccepire sul  rapporto qualità/calorie

250 g di pomodori
10 olive nere o verdi (come preferite)
olio evo
sale-pepe
basilico
limone
aceto balsamico
1 porro
scaglie di Gran  Soresina  q.b.

Procedimento:
Spellate , eliminate i semi e tagliate a cubetti i pomodori.
Metteteli in una ciotola con le olive a pezzetti, l'olio, il succo di limone,il sale, il pepe, l'aceto, ed il basilico spezzettato.  Lasciate insaporire in frigorifero.
Intanto affettate il porro a rondelle sottili e conditelo con l'olio, il limone,sale,pepe.
In un coppapasta ho messo nell'ordine: i pomodori, le rondelle di porro, il grana a scaglie e per ultimo un cucchiaio di porri tritati.

24 set 2010

Polpette di melanzane e carne




Sono le ultime oramai ed allora perché non approfittarne? Dopo averle cucinate in tutte le salse, ho pensato di fare delle polpettine, di ricette ce ne sono tante in giro, io ho provato a fare queste con gli ingredienti che ho trovato aprendo il frigorifero.
Ingredienti

2 melanzane
500 g tra  bollito e arrosto avanzati, tritati
2 uova
pane grattugiato q.b.
30 g di grana Soresina grattugiato
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaio di prezzemolo grattugiato
una spolverata di peperoncino
olio d'oliva
sale

Preparazione:
Tagliate le melanzane a metà, fate dei taglietti sulla polpa, inserite l'aglio a fettine, mettetele in una pirofila, cospargetele di olio ed infornate a 180° per una mezz'ora, fino a quando saranno spappolate.
Prendete la polpa ed unite le carni, l'uovo,il grana, sale, peperoncino e se necessario un po' di pane grattugiato.
Fate le polpettine grandi come una noce,a noi piacciono piccole, passatele nell'uovo, poi nel pane grattugiato ed infine friggetele nell'olio d'oliva fino a doratura.


19 set 2010

Peperoni ripieni alla mia maniera


Sembrano dosi per una bambola, in realtà, come contorno per due persone, sono più che sufficienti.

Ingredienti
1 peperone giallo carnoso
30 g di riso
2 acciughe sotto sale
10 olive nere
2 pomodori secchi sott'olio
1 nocciola di burro Soresina
1 pugnetto di cubetti  di Caciottella  dolce Soresina
3 foglie di basilico
olio evo

Procedimento
Abbrustolite il peperone sulla fiamma, mettetelo  in un sacchetto di plastica per una mezz'ora, e poi con un foglio di carta da cucina, togliete la pellicina , i semi, i filamenti bianchi  , il picciolo e dividetelo a metà.
Fate cuocere il pugnetto di riso e fatelo raffreddare sgranandolo con un cucchiaino di olio evo.
In un tegamino fate sciogliere nel burro le acciughe dissalate e pulite dalla lisca.
Tritate grossolanamente le olive nere denocciolate, i pomodori secchi; aggiungete le acciughe, il riso, la caciottella a cubetti e il basilico spezzettato con le mani, e con questo composto  riempite le due metà del peperone.
In una pirofila, spennellata con olio, mettete il peperone, fate un altro giro d'olio ed infornate a 180° per 40 minuti circa.
Semplici, ma proprio buoni,a volte sostituisce il secondo.


15 set 2010

Biscotti salvia e nocciole

E' uno splendido pomeriggio di sole, (dopo alcuni giorni di pioggia almeno qui da me) ,e cosa c'é di più bello di una passeggiata in giardino? Ecco fatto.
Il giardino é  molto grande, ed una gentile condomina ha ritagliato un fazzoletto di terra per le piante officinali.
Approfitto subito di uno splendido cespiglio di salvia, rigoglioso talmente bello da invogliarmi a cogliere qualche foglia , così, giusto per...come si sul dire, perché in effetti non avevo arrosti da fare, però con un po' di fantasia (ce ne vorrebbe tanta in cucina) ho fatto questi biscotti, perché dopo l'esperimento di quelli alla lavanda, c'ho preso gusto

Ingredienti
200 g di farina 00
50 g di farina di nocciole
80 g di zucchero semolato
1 uovo
100 g di burro Soresina
1 cucchiaio di salvia tritata
1 cucchiaino lievito Paneangeli
un pizzico di sale.

Preparazione
Mescolare le farine con lo zucchero, il sale, l'uovo, il burro a pezzetti, la salvia tritata ed infine il lievito setacciato.
Impastare rapidamente tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Stendere con il mattarello un rettangolo alto 1/2 cm e ritagliare i biscotti nella forma che più vi piace.Metterli in una teglia foderata con carta forno e cuocere a 180° per 10/12 minuti ca, dipende dal forno.
Con queste dosi ne sono usciti 35.
Ottimo l'abbinamento nocciole, salvia: da provare

03 set 2010

Un fiore di Muffin

Sì, stamattina mi sono alzata con la voglia di muffins, ma era proprio tanta ed allora ho pensato di farmene uno bello grande...
Forse avrò fatto un "Muffinicidio" termine coniato da me  che farà inorridire i puristi dell'arte culinaria, ma ho rimediato come ho potuto,perché la verità é che in casa  non ho più uno stampino; me li dovrò comprare al più presto.
Superfluo dire che cambia la forma, ma non la sostanza....

Ingredienti secchi
100 g zucchero
250 g farina  00
 
1 cucchiaino di lievito
1 cucchiaino di bicarbonato

Ingredienti umidi

85 g burro sciolto
4 albumi
200 ml. Latte

Ingredienti a pezzi
2 manciate di gocce di cioccolato


Scaldare il forno a 200°

Ho mescolato molto bene  gli ingredienti umidi, dopodiché li ho aggiunti agli ingredienti secchi setacciati, amalgamando il tutto.
Ho versato l'impasto in uno stampo al silicone a forma di Girasole ed infornato a 200° per 25-30 minuti.

Fare la prova stecchino.

PS: vi invito a partecipare al Blog Candy  di Imma 
un blog dolce come lei.