Pasqua

24 apr 2010

Torta Margherita

Una torta Margherita super soffice, ma che si presta anche ad essere farcita magari con della crema pasticcera, non senza aver bagnato prima la torta, dopo averla divisa a metà, con Alchermes, 0 sciroppo di frutta per gli astemi e bambini...
Noi nella Bassa la torta margherita la facciamo così.

Ingredienti:
100 g di farina 00
100 g di fecola di patate
200 g di zucchero al velo
200 g di burro sciolto e raffreddato
6 uova
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale

Preparazione:
Separare i tuorli dagli albumi.
In una bacinella messa su un recipiente con acqua calda (non deve bollire) montare i tuorli con lo zucchero, fino ad ottenere una massa soffice e bianca.Togliere dal bagnomaria e continuare a montare fino a quando il composto é freddo.
A questo punto unire gli albumi che avrete montato a neve fermissima con un pizzico di sale,le farine setacciate ed il burro , mescolando delicatamente con un movimento dal basso verso l'alto per non smontare il composto.
Infine unire il lievito.
Versare in una tortiera di cm 24 di diametro ed infornare a 150° nel piano basso per 45-50 minuti.




19 apr 2010

La baguette




Un pane proprio buono, certamente prerogativa del cugini d'Oltralpe, ma anche queste fatte con la ricetta di Adriano, che ho cambiato nel modo di impastare perché ho usato la macchina del pane, hanno ben poco da invidiare a quelle.


Ingredienti
200g farina Manitoba
300g farina 0
350g circa acqua
10 g sale
5 g lievito di birra
1 cucchiaino malto o miele

Procedimento
Sera:
Ho fatto il poolish con la farina Manitoba, 200g di acqua, 0,5 g lievito e per 12 ore l' ho messo nel forno spento.

Mattino:

Impastiamo 120g di acqua con tanta farina quanta ne occorre per ottenere un impasto morbido. Copriamo e lasciamo riposare 40’.

Uniamo il poolish, l’acqua rimanente in cui avremo sciolto il lievito ed il malto o il miele ed avviamo la macchina del pane sul programma impasto. Quando gli ingredienti saranno amalgamati, inseriamo il sale e poco dopo la farina rimanente. Lasciamo impastare fino a quando l’impasto non si staccherà dalla ciotola, ma risulterà ancora non perfettamente liscio.

Copriamo e lasciamo riposare un’ora.

Riprendiamo l’impasto, adagiamolo sul piano infarinato allarghiamolo il più possibile, dando una forma quadrata, e diamo un giro di pieghe di tipo 1,

Copriamo a campana e lasciamo riposare 45’. Ripetiamo l’operazione, allargando l’impasto senza snervarlo (cederà meno). Riposo 45’
Ripetiamo ancora una volta la piegatura; dopo 20’ spezziamo l’impasto in tre parti e diamo forma arrotondata, senza stringere. Copriamo.

Dopo ancora 20’, ribaltiamo le sfere, appiattiamo delicatamente, evitando per quanto possibile di sgasarle, ed avvolgiamo a baguette.

A questo punto le ho messe sulla teglia foderata da carta forno con la chiusura sotto, lasciato lievitare il tempo che il forno ha impiegato a raggiungere i 250°, in tutto 20 minuti., mettendo sul fondo una ciotolina d'acqua. Dopo 10 minuti ho abbassato a 200°, tolta la ciotolina, e continuato la cottura per altri 20 -25 minuti.



15 apr 2010

Risotto mela e Gran Soresina


Ho chiamato così questo risotto perché ho trovato la ricetta sul sito della Latteria Soresina.
In parte l'ho modificata, ma il tocco finale con il grana Gran Soresina ed il burro in lattina della stessa marca, é rimasto invariato; un po' per campanilismo, ma soprattutto per la qualità di questi prodotti vado sul sicuro.
Il gusto molto delicato, l' aspetto morbido e cremoso della mela, e le erbe aromatiche fanno dire che questo piatto, anticipa un po' la "leggerezza" della primavera.

Ingredienti:
320 g di riso Carnaroli
2-3 foglie di salvia
1 rametto di rosmarino
1 rametto di maggiorana
1 mela
una noce di burro
1/2 bicchiere di vino bianco secco
sale
brodo q.b.
grana padano grattugiato.

Procedimento
Tagliare sottili le erbe aromatiche e farle appassire nella noce di burro.Unire la mela che prima avrete tagliato a fette molto sottili e lasciarla quasi mantecare per qualche minuto.
A questo punto aggiungere il riso e sfumare con il vino bianco.
Portare a cotture aggiungendo mano a mano il brodo di carne o vegetale.
Impiattare, unendo una bella manciata di grana padano grattugiato.

Le erbe aromatiche fresche possono essere sostituite da quelle secche, ed il burro con due cucchiai di olio evo.La mela che ho usato é la Fuji, ma va bene anche un'altra qualità.






12 apr 2010

Crostata Christopher

Dopo "un'overdose" di colombe pasquali, ho voluto provare la crostata Christopher.
Buona, morbida come piace a me, con un "tocco personale" , che mi fa dire:" Una delle migliori, in assoluto, che io abbia fatto". Scusate la presunzione..

Ingredienti:
400 g di farina 00
130 g di zucchero semolato
150 g di burro
1 cucchiaio di marsala secco
1 bustina di vanillina
1 pizzico di sale
1 uovo + 1 tuorlo
buccia di limone grattugiata
300 g di marmellata di albicocche Hero

Procedimento:
Ho messo nel robot lo zucchero ed il burro freddo a pezzetti, amalgamato un po', quindi ho unito le uova, il marsala , la farina, la vanillina, il sale e la buccia del limone grattugiata.
Ho azionato il robot qualche minuto e poi ho finito di impastare a mano.
Senza far riposare in frigorifero, la pasta si lavora molto bene, ne ho usato 2/3 per foderare uno stampo da 26 cm di diametro, precedentemente foderato con carta forno, ho spalmato la marmellata che ho intiepidito e diluito con un cucchiaio d'acqua, e con il resto della pasta ho messo le strisce a grata.
Infornato a 175° per 25-30 minuti.

Certo che della ricetta originale é rimasto ben poco...





08 apr 2010

Cosciotto di tacchino


Sarà per via del colore pallido della sua carne, ma il tacchino si presta a essere considerato un alimento con scarse qualità nutrizionali.
Niente di più sbagliato.Questo antichissimo cibo non ha nulla da invidiare alle altri carni riguardo a proteine e sali minerali, quindi a dispetto dal suo aspetto delicato, é un cibo sano, nutriente che gioca un ruolo fondamentale nell'equilibrio alimentare.
Tutto questo per dire che, per riuscire a convincere la mia famiglia, di tutto ciò, ho cucinato il cosciotto con alcuni ingredienti che lo hanno reso molto appetitoso, nascondendo il suo aspetto apparentemente "triste"

Ingredienti:
1 cosciotto per persona (a seconda della grossezza)
1 spicchio d'aglio
3 cucchiai di olio evo
1/2 bicchiere di vino bianco secco
5-6 olive verdi snocciolate
5-6 olive nere snocciolate
1 rametto di rosmarino
qualche cappero
1 pezzetto di peperoncino
2 acciughe
sale-pepe

Procedimento
Passare l' aglio sbucciato sul cosciotto, metterlo poi in una teglia che vada in forno ed aggiungere l'olio, le olive, i capperi, le acciughe, il peperoncino, il vino bianco, sale e pepe e rosmarino.
Infornare a 180° per circa un'ora.Se dovesse rimanere un po' pallido, passarlo sotto il grill per qualche minuto.