Pasqua

31 ott 2010

Mele cotogne in giulebbe


Per non "sprecare" la generosità del mio albero di mele cotogne, dopo aver fatto alcuni vasetti di confettura,ecco come ho pensato di utilizzare tutto quel ben di Dio che diversamente sarebbe andato sprecato, visto poi che quelle mele avevano qualche ospite, che noi chiamiamo affettuosamente "giovannino".

Mele cotogne in giulebbe
4 mele cotogne
500 g di zucchero
1 l d'acqua
1 cucchiaio di chiodi di garofano

Cuocere in acqua bollente le mele cotogne ben lavate, per trenta minuti.Quindi tagliarle a spicchi.
Intanto preparate uno sciroppo con l'acqua  lo zucchero, i chiodi di garofano e procedete così:
portare ad ebollizione lo sciroppo, aggiungere le mele e continuare la bollitura per 5 minuti.Spegnere e lasciar raffreddare nel loro liquido.
Far riprendere ancora il bollore, sobbollire le mele per altri 5 minuti , spegnere e far raffreddare definitivamente nello sciroppo.

Semplice no? Ma buonissime sia tiepide che fredde, da sole o con i formaggi e volendo, dipende da quante ne avete, si possono sterilizzare in vasetti e conservare qualche mese.

13 commenti:

Luciana ha detto...

Ciao Germana, e hai fatto benissimo!!! io non conoscevo questo tipo di preparazione e ti ringrazio di cuore per averla postata!!! brava..un abbraccio :)

sorbyy ha detto...

Germana queste mele devono essere veramente buone!!
Ciao

germana ha detto...

@Luciana sono contenta che la ricetta ti potrà essere utile
@Sorbyy : sono veramente buone.
Un abbraccio a tutte e due e buona notte

pesciolina ha detto...

ciao,
passa a trovarmi!
Ti ho nominata per partecipare alla staffetta dell'amicizia.
Baciotti Pesciolina

manuela e silvia ha detto...

Sarebbe stato un vero peccato buttarle! così son proprio dolcissime e golose!
baci baci

rebecca ha detto...

molto particolari questo "in giulebbe" è una novità per me.
ciao Reby

Gunther ha detto...

non consocevo questa preparazione in giulebbe ma mi piace sopratutto per l'aroma dei chiodi di garifano

germana ha detto...

@Pesciolina:grazie dell'invito, per il momento però ti chiedo però un po' di pazienza
@Gemelline-Reby e Gunther: grazie

un abbraccio a tutti

soleluna ha detto...

Carissima anche noi lo chiamiamo giovannino l tua preparazione mi sembra ottima e gustosa ciao Luisa

la belle auberge ha detto...

bella idea, Germana. Quest'anno ho ricevuto in regalo più mele cotogne di quante me ne servissero. Ne ho ancora 4 o 5 nella fruttiera e questo potrebbe essere un sistema per consumarle.
grazie e a presto

germana ha detto...

Ciao Eugenia, é una ricettina che vale la pena di provare, visto che hai a disposzione la materia prima.
A presto

lentiggine blu ha detto...

Accipicchia! Io non riesco a trovare le mele cotogne, a Genova, e neppure le giuggiole.
na cugina fa una meravigliosa mostarda piccante, con le mele cotogne, fantastica con il bollito, ma senza le mele........

germana ha detto...

@Lentiggineblu:Peccato per le mele cotogne che non trovi,soprattutto per la mostarda.
Ciaooo