Pasqua

31 mag 2009

Gelato alla crema con menta



Con il caldo di questi giorni non ho molto appetito e l'unica cosa che mangio volentieri é il gelato. Senza dubbio é nutriente, e può sostituire un pasto, almeno per me, l'aggiunta della menta alla fine poi, dà una nota di "freschezza in più" che ti soddisfa talmente tanto, da non farti pensare alle calorie.Questa é un'altra ricetta per la raccolta di Stefania.

Ingredienti x 8 persone
500 ml di latte

500 ml di panna
4 tuorli
100 g di zucchero
1 bustina di vaniglia
2 cucchiai di sciroppo di menta per porzione

Mettete a bollire il latte con la panna e quando sta per bollire toglietelo dal fuoco e aggiungete la vaniglina. Montate bene i tuorli con lo zucchero e poi versateli nel latte bollente. Mescolate bene e rimettete la pentola sul fuoco e fate cuocere a fuoco basso, mescolando sempre, per circa 5-7 minuti fino a quando la crema si sarà addensata,far raffreddare nel ghiaccio.Versare poi nella gelatiera e far mantecare.

28 mag 2009

Rose al forno


Rosae le rose
Rosarum delle rose..

Reminiscenze scolastiche , siamo a Maggio che per antonomasia é il mese delle rose, ed allora ecco la ricetta tratta dal libro "Sfida al matterello" delle sorelle Simili.
Anche se fa un po' caldo, vale la pena accendere il forno, perché lessando la sfoglia prima, terminare la cottura nel forno é solo questione di 15 minuti.
E' un piatto dal sapore molto delicato, perché ho sostituito la mortadella che non avevo,con il prosciutto cotto, credo però che il gusto non cambi molto.

Ingredienti
12 fette di prosciutto cotto (oppure 6 + 6) tagliate sottili
6 fette di fontina (ho messo la mozzarella grattugiata)
grana padano grattugiato

Besciamella rosa
250 g di latte
250 di panna
20 g di burro
20 g di farina
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
sale-pepe

Sfoglia
220 g di farina 0
2 uova

Fare delle sfoglie alte 12 cm circa (la larghezza della mia Imperia) lunghe 40 cm.Lessarle in acqua bollente salata per qualche minuto a partire dall'ebollizione e stenderle su dei canovacci ad asciugare.

Preparare il sugo facendo sciogliere il concentrato con una noce di burro.Togliere dal fuoco ed aggiungere la farina setacciata in un solo colpo, farla assorbire,salare, pepare e rimettere sul fuoco.Cuocere un minuto e togliere di nuovo dal fuoco ed unire tutto in una volta il latte bollente e mescolare bene con una frusta, poi rimettere sul fuoco, far riprendere il bollore, quindi spegnere.
Prendere le strisce di sfoglia e cospargere con del grana grattugiato ,coprire con l'affettato, la mozzarella e di nuovo con il grana.
Arrotolare il tutto dal lato corto e tagliare i rotoli in 3 parti uguali.Coprire il fondo di una pirofila con una parte della salsa, sistemare le roselline in piedi e leggermente distanziate. Con le forbici fare su ognuna 5 o 6 tagli verticali, partendo dal centro, profondi 1 cm e mezzo. Aprirle leggermente versando al centro la salsa rimasta, cospargere con il grana ed infornare a 180° per 15 minuti.
Sarebbe bene coprirle con un foglio di alluminio, perché come si vede dalla foto, le mie sono un po' rosse, però le abbiamo mangiate lo stesso.

23 mag 2009

Gelato allo zafferano


Con questa ricetta, partecipo alla raccolta di Stefania
Non vorrei sembrare un po' maniaca con lo zafferano, anche se devo ammettere che lo uso dall'antipasto al dolce, e, come volevasi dimostrare ho fatto anche il gelato. Ho approfittato anche del fatto che ieri ho preparato lo yogurt con la ricetta della nostra Paoletta: STUPENDO.
Con queste premesse, ecco il gelato:

300 g di yogurt bianco intero dolce fatto da me
200 g panna fresca
150 g zucchero semolato + 1 bustina di zucchero vanigliato
1/2 bustina di zafferano

Nel frullatore ad immersione ho messo lo yogurt lo zucchero semolato e frullato bene.
In un recipiente freddo ho montato la panna, unito lo zafferano, lo zucchero vanigliato e la crema di yogurt. Versato nella gelatiera e mantecato.

Grissini con farina di riso - noci...


Non pensavo che con la farina di riso, questi grissini risultassero così croccanti. Attenzione però che sono fragili, ma questo é un "difetto" secondario visto che sono come le ciliegie, l'uno tira l'altro. Io ho usato le noci ed il rosmarino, ma penso si potrebbero fare anche con olive snocciolate, uva sultanina e quant'altro suggerisce la fantasia.

Ingredienti:
250 g di farina di riso
50 g di farina di grano duro
12 g di lievito di birra
3 cucchiai di olio evo
1/2 cucchiaio di zucchero
200 g circa di acqua
1 cucchiaio di aghi di rosmarino tritati
5-6 noci tritate

Ho messo tutti gli ingredienti, tranne le noci ed il rosmarino, nella macchina del pane sul programma impasto.
Al termine, ho messo il panetto di pasta a lievitare per un'ora, ben coperto in un luogo tiepido.
Con questo caldo non c'é stato bisogno di metterlo nel forno con la lucina accesa.
Ho ripreso l'impasto diviso in tante palline grandi un po' di più di una noce e poi con il palmo della mano li ho allungati come la teglia del forno. Alcuni li ho passati nelle noci tritate, altri nel rosmarino tritato; questi ultimi li ho spennellati con dell'olio evo.
Li ho disposti sulla teglia ricoperta di carta e lasciati lievitare un'altra ora. Infornato a 180° per 15-20 minuti.

19 mag 2009

Il pane di Maggio



A volte mi stupisco come la mia fantasia galoppi talmente tanto da farmi vedere cose che obiettivamente non sono proprio così, come in questo caso. Infatti la forma di questo pane, é chiamata a "carciofo", ma per me assomigliano più a roselline e allora lasciatemi passare il termine roselline visto che siamo anche nel mese di Maggio.
L'impasto é la versione casereccia del pane delle Simili, però ho variato le dosi

Ingredienti
Il fondo
50 g di farina 0
25 g di acqua
2 g di lievito di birra.
Formate un piccolo impasto, coprite con un piatto e lasciate lievitare a temperatura ambiente per tutta la notte.

L'impasto
400 g di farina 0
200 g di acqua circa
15 g di strutto
15 g di olio
12 g di lievito di birra
5 g di sale

Procedimento:
Fare la fontana, mettere nel centro il lievito di birra sbriciolato ed il fondo a pezzetti, versarvi l'acqua e lavorare con la punta delle dita fino ad avere una poltiglia. A questo punto ho messo nella mdp il tutto con il resto degli ingredienti ed ho lasciato impastare per una ventina di minuti. Questo é il tempo che la mia macchina impiega con quel programma. Procedendo a mano il tempo non deve essere inferiore.
Ho fatto lievitare un'ora e mezza, fino al raddoppio.
Ho dato la forma
  • spezzettato l'impasto in palline da 70 g
  • spianate con il matterello formando delle pizzette
  • arrotolati e formato dei filoncini non troppo grossi
  • adagiati verticalmente ed assottigliati a 1/2 cm di spessore.

Poi ho disposto la striscia verticalmente e con il cutter ho fatto dei tagli sulla parte destra , fino quasi al centro e distanziati di 2 cm l'un l'altro.
Ho semplicemente arrotolato seguendo la linea della striscia fissato la falda con un pizzico e messo in piedi sulla teglia rivestita da carta forno. Fatto di nuovo lievitare fino al raddoppio e spennellato con olio evo.
Infornato a 220° e subito abbassato a 200° per dieci minuti, abbassato di nuovo a 180° per 10 - 15 minuti.

Si può sostituire il lievito di birra con 150 g di lievito madre, coprendo il lievito madre con tutta la farina e far lievitare tutta la notte. Il giorno dopo aggiungere tuti gli altri ingredienti, far lievitare e proseguire come da copione.


12 mag 2009

Torta banane e mandorle


Sarò un po' noiosa con il riciclo degli albumi, però quella del non buttare é la "mia forma mentis" che alla mia età non posso e non "voglio" cambiare.Tra l'altro in frigorifero giacevano due banane molto mature che in qualche modo dovevo utilizzare, e quindi ecco un'altra torta con i suddetti ingredienti proprio per niente male, anzi...

Con il senno del poi, la prossima volta provo a mettere uno sciroppo che la "colori" un po'.


Ingredienti

250 g di albumi

200 g di zucchero

200 g di farina 00

50 g di fecola

60 g di farina di mandorle

150 g di yogurt bianco

2 banane

1 bustina di lievito

un pizzico di sale



In una terrina mescolare le farine con lo zucchero, il lievito ; aggiungere lo yogurt ed amalgamare.

In un’altra terrina, montare a neve fermissima gli albumi con il sale ed incorporarli molto lentamente dal basso verso l’alto al composto delle farine.Unire una banana tagliata a rondelle. Versare il contenuto in uno stampo di cm 26 di diametro e spargere sulla superficie i pezzetti dell'altra banana.

Infornare a 175,° nella parte bassa del forno per 45-50 minuti.





09 mag 2009

La mia mamma



Per la mia mamma
perché la festa di domani é anche per lei.



"In silenzio corrono i giorni, portando con sé i ricordi ,

corrono a cercarti , a portarti la mia voce,

ma non tornano a colmare il vuoto che mi hai lasciato".



07 mag 2009

Pan de Hojaldre - pane sfogliato

Ieri sera mi sono dimenticata di togliere dal freezer il LM per fare il pane, é un periodo in cui sono molto incasinata, troppe cose per la testa, ed allora stamattina ho ripiegato su un pane fatto con il classico panetto di birra fresco.
Ancora una volta le mitiche sorelle Simili mi hanno dato una mano.E' la prima volta che lo faccio.
E' piaciuto molto: una bella crosticina croccante, l'interno morbido e saporito per l'aggiunta nell'impasto di un cucchiaio di olio evo.
Seguendo pedissequamente quanto spiegano loro non si può sbagliare.

Il lievitino
50 g di farina 00
30 g di acqua
2 g di lievito di birra

L'impasto
250 g di farina
125 g acqua (circa, io ne ho messa di meno)
10 g di lievito di birra
30 g di olio per sfogliare
1/2 cucchiaio di olio evo
1 cucchiaino di sale

Amalgamare tutti gli ingredienti del lievitino e far lievitare fino al raddoppio . Circa un'ora.
Poi ho usato la mdp, programma impasto mettendo nell'ordine:
250 g di farina,sotto il cucchiaino di sale, l'olio, il lievito ed il lievitino a pezzetti.Ho lasciato impastare e poi fatto un filoncino lungo 20 cm e lasciato riposare coperto per 20 minuti.
Passato questo tempo, senza lavorarlo l'ho spostato sul tavolo leggermente infarinato e con il matterello l'ho spianato fino ad avere un rettangolo 20 x 50. Ho versato 15 g di olio e con la punta delle dita l'ho spalmato sulla superficie tralasciando i bordi.
Ho piegato al centro i lati più corti del rettangolo facendoli combaciare e piegato di nuovo sovrapponendo le due metà. Così ho ottenuto 4 strati .Ho tirato di nuovo la sfoglia sottile fino ad avere un rettangolo 60 x 40, versato gli altri 15 g di olio ed arrotolato dal lato più corto.
L'ho messo in una teglia foderata con carta forno ed inciso profondamente con un cutter lasciando al centro uno spazio intero di 3 cm.Pennellato con olio , coperto e lasciato lievitare fino al raddoppio. (circa 50 minuti).
Infornato a 200° per 30-35 minuti.
Un pane buonissimo, e quindi anche oggi a pranzo, pane fresco.

03 mag 2009

Sorbetto yogurt e fragola




Se vogliamo essere precisi questo non é un sorbetto, perché di ghiaccio neanche l'ombra, ma non si può chiamare neanche ghiacciolo né tanto meno gelato. Allora non so che nome dare, so soltanto che é buono, fresco,cremoso , genuino e molto semplice da fare.

Ingredienti

250 g di fragole
100 g di zucchero a velo
1 tuorlo
50 ml di latte
300 g di yogurt bianco
Bicchierini e cannucce o cucchiaini di plastica.

Frullare 125 g di fragole con 50 g di zucchero a velo e così otterremo il succo.
Sbattere in un pentolino il tuorlo con il resto dello zucchero fino a renderli spumosi .
Aggiungere il latte e mettere sul fuoco fino a quando la crema si addensa.Far raffreddare la crema e poi aggiungere i 300 g di yogurt bianco. Aggiungere alla crema di yogurt, circa metà succo di fragole, poi unire al tutto i 125 g di fragole rimaste, tagliate a pezzetti. Prendere i bicchierini di plastica e versarvi un po' del rimanente succo di fragola, immergere un cucchiaino, o una cannuccia e mettere in freezer per mezz’ora. Riempire i bicchierini con la crema di yogurt alle fragole e rimetterli in freezer anche per tutta la notte.

Raccolta e Premi


E' questo il titolo della raccolta del blog CHE PROFUMINO al quale partecipo volentieri, essendo una che, appena può, le spezie le usa, con le seguenti ricette, che potete trovare qui :

Pandolce speziato
Polpette speziate
Crackers sesamo e paprika
Biscotti ai 3 semi

Volevo ringraziare di cuore anche tutte le care amiche che in questi ultimi tempi mi hanno dato dei premi , ma purtroppo mi manca il tempo per poter assolvere l'impegno come si conviene in questi casi.
Sto passando un periodo particolare ed impegnativo..
Chiedo scusa, ma per il momento il tempo mi é tiranno.
Grazie tante comunque di pensare sempre a me.